Théâtre national de l'Opéra-Comique

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo genere di opera lirica francese, vedi Opéra comique.
Théâtre national de l'Opéra-Comique
Opéra comique Paräis1.JPG
Théâtre national de l'Opéra-Comique
Ubicazione
Stato Francia Francia
Località Parigi
Indirizzo place Boieldieu
Dati tecnici
Capienza 1.100 posti
[1]

Il Théâtre national de l'Opéra-Comique è un teatro parigino situato in place Boieldieu, nel II arrondissemant.

Storia del teatro[modifica | modifica sorgente]

L'Opéra-Comique fu fondato il 26 dicembre 1714 da Catherine Baron e Gautier de Saint-Edme utilizzando attori del Théâtre de la foire Saint-Laurent. Il suo repertorio era costituito soprattutto da pantomime e da parodie di opere liriche.

L'inizio fu difficile ed il teatro conobbe diverse chiusure temporanee, dal 1719 al 1720 e poi dal 1722 al 1723. Nel 1743 Jean Monnet assunse la direzione del teatro ed invitò a collaborare il commediografo Charles-Simon Favart. Il successo fu immediato ma creò problemi agli altri teatri di Parigi. Per rimediare, le autorità cittadine ordinarono la chiusura del teatro dal 1745 al 1751. In quell'anno i parigini ottennero la riapertura del teatro sotto la direzione dello stesso Monnet.

Nel 1762, l'Opéra-Comique si fuse con il Théâtre italien de Paris-Comédie italienne assumendo il nome di Comédie-Italienne o Théâtre-Italien. Tuttavia, nel 1780, il complesso riassunse la denominazione di Opéra-Comique. La salle Favart fu inaugurata nel 1783, nel posto in cui si trova ancora oggi il Théâtre national de l'Opéra-Comique.

Durante la Rivoluzione francese, l'Opéra-Comique proseguì la sua attività pur subendo la spietata concorrenza del Théâtre Feydeau. Nel 1801, le due compagnie si fusero assieme fondando, il 16 settembre, il "Théâtre national de l'Opéra-Comique". Nel corso degli anni, il funzionamento dell'istituzione oscillò fra una società di artisti ed un gruppo teatrale gestito da un direttore.

Il XIX secolo fu un'epoca di grande successo per il teatro grazie all'opera di compositori come Adam, Auber, Bizet, David, Massenet così come Bochsa, il celebre arpista eccentrico, che compose sette opere rappresentate all'Opéra-Comique. Il 17 novembre 1866, l'Opéra-Comique, diretta da Adolphe de Leuven, presentò per la prima volta un'opera di Ambroise Thomas che ebbe subito un grande successo: Mignon di Michel Carré e Jules Barbier il cui libretto venne ispirato da un'opera di Wilhelm Meister.

Nel 1880, il nuovo direttore Léon Carvalho, ripropose Mignon con una nuova cantante americana, Marie van Zandt (1858-1919), soprannominata miss Fauvette o miss Caprice. Dopo qualche successo con Le Pardon de Ploërmel e Les Noces de Figaro, Carvalho fece cantare alla diva Il barbiere di Siviglia di Rossini, ma il suo accento americano fece scandalo ed ella decise di lasciare.

Le difficoltà finanziarie incontrate dal teatro nel 1930, ebbero termine con l'intervento finanziario dello stato francese che nel 1936 riunì il teatro sotto la denominazione di Réunion des théâtres lyriques nationaux.

Dopo una prima chiusura nel 1971, il Théâtre national de l'Opéra-Comique cessò la sua attività il 30 novembre 1972. Nel 1974 la sala Favart prese il nome di Opéra Studio, ed è considerato un luogo di formazione di giovani attori. Nel 1978, l'Opéra-Studio venne chiusa e la sala fu messa a disposizione dell'Opéra national de Paris-Théâtre national de l'Opéra.

Nel 1990, il Théâtre national de l'Opéra-Comique ritrovò la sua autonomia.

Premières principali[modifica | modifica sorgente]

Data Compositore Titolo
30 luglio 1753 Antoine Dauvergne Les troqueurs
26 luglio 1757 Egidio Romualdo Duni Le peintre amoureux de son modèle
9 marzo 1759 François-André Danican Philidor Blaise le savetier
22 agosto 1761 François-André Danican Philidor Le maréchal ferrant
14 settembre 1761 Pierre-Alexandre Monsigny On ne s'avise jamais de tout
22 novembre 1762 Pierre-Alexandre Monsigny Le roy et le fermier
27 febbraio 1765 François-André Danican Philidor Tom Jones
20 agosto 1768 André Grétry Le Huron
5 gennaio 1769 André Grétry Lucile
6 marzo 1769 Pierre-Alexandre Monsigny Le déserteur
20 settembre 1769 André Grétry Le tableau parlant
16 dicembre 1771 André Grétry Zémire et Azor
12 giugno 1776 André Grétry Les mariages samnites
3 gennaio 1780 André Grétry Aucassin et Nicolette
21 ottobre 1784 André Grétry Richard Coeur-de-lion
4 agosto 1785 Nicolas Dalayrac L'amant statue
15 maggio 1786 Nicolas Dalayrac Nina, ou La folle par amour
14 gennaio 1789 Nicolas Dalayrac Les deux petits savoyards
4 settembre 1790 Étienne Méhul Euphrosine
15 gennaio 1791 Rodolphe Kreutzer Paolo e Virginia
9 aprile 1791 André Grétry Guglielmo Tell
3 maggio 1792 Étienne Méhul Stratonice
6 maggio 1794 Étienne Méhul Mélidore et Phrosine
11 ottobre 1799 Étienne Méhul Ariodant
23 ottobre 1800 Nicolas Dalayrac Maison à vendre
16 settembre 1801 François-Adrien Boieldieu Le calife de Bagdad
17 maggio 1806 Étienne Méhul Uthal
17 febbraio 1807 Étienne Méhul Joseph
9 maggio 1807 Nicolas Isouard Les rendez-vous bourgeois
22 febbraio 1810 Nicolas Isouard Cendrillon
4 aprile 1812 François-Adrien Boieldieu Jean de Paris
29 marzo 1821 Ferdinando Paer Le maître de chapelle
10 dicembre 1825 François-Adrien Boieldieu La dame blanche
28 gennaio 1830 Daniel Auber Fra Diavolo
3 maggio 1831 Ferdinand Hérold Zampa
15 dicembre 1832 Ferdinand Hérold Le Pré aux clercs
25 settembre 1834 Adolphe Adam Le chalet
16 dicembre 1835 Fromental Halévy L'éclair
13 ottobre 1836 Adolphe Adam Le postillon de Lonjumeau
2 dicembre 1837 Daniel Auber Il domino nero
11 febbraio 1840 Gaetano Donizetti La figlia del reggimento
6 marzo 1841 Daniel Auber Les diamants de la couronne
6 dicembre 1846 Hector Berlioz La damnation de Faust
28 dicembre 1847 Daniel Auber Haydée
3 gennaio 1849 Ambroise Thomas Le caïd
18 maggio 1849 Adolphe Adam Le toréador
20 aprile 1850 Ambroise Thomas Le songe d'une nuit d'été
4 febbraio 1853 Victor Massé Les noces de Jeannette
16 febbraio 1854 Giacomo Meyerbeer L'étoile du nord
23 febbraio 1856 Daniel Auber Manon Lescaut
4 aprile 1859 Giacomo Meyerbeer Le pardon de Ploërmel
17 novembre 1866 Ambroise Thomas Mignon
23 novembre 1867 Jacques Offenbach Robinson Crusoé
22 maggio 1872 Georges Bizet Djamileh
12 giugno 1872 Camille Saint-Saëns La princesse jaune
24 maggio 1873 Léo Delibes Le roi l'a dit
3 marzo 1875 Georges Bizet Carmen
10 febbraio 1881 Jacques Offenbach I racconti di Hoffmann
14 aprile 1883 Léo Delibes Lakmé
19 gennaio 1884 Jules Massenet Manon
18 maggio 1887 Emmanuel Chabrier Le roi malgré lui
7 maggio 1888 Édouard Lalo Le roi d'Ys
15 maggio 1889 Jules Massenet Esclarmonde
30 maggio 1890 André Messager La Basoche
18 giugno 1891 Alfred Bruneau Le rêve
23 novembre 1893 Alfred Bruneau L'attaque du moulin
24 maggio 1899 Jules Massenet Cendrillon
2 febbraio 1900 Gustave Charpentier Louise
20 novembre 1901 Jules Massenet Grisélidis
30 aprile 1902 Claude Debussy Pelléas et Mélisande
10 maggio 1907 Paul Dukas Ariane et Barbe-bleue
5 giugno 1907 André Messager Fortunio
30 novembre 1910 Ernest Bloch Macbeth
19 maggio 1911 Maurice Ravel L'heure espagnole
15 maggio 1914 Henri Rabaud Mârouf, savetier du Caire
16 dicembre 1927 Darius Milhaud Le pauvre matelot
3 giugno 1947 Francis Poulenc Les mamelles de Tirésias
6 febbraio 1959 Francis Poulenc La voce umana

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Raphaëlle Legrand, Nicole Wild, Regards sur l'Opéra-Comique: trois siècles de vie théâtrale, Éditions du Centre national de la recherche scientifique, Paris, 2002. (Sciences de la musique) ISBN 2-271-05885-6.
  • Nicole Wild, David Charlton, Théâtre de l'Opéra-Comique, Paris: répertoire 1762-1972, Mardaga, Liège, 2005. (Musique/musicologie). ISBN 2-87009-898-7.
  • Maryvonne de Saint Pulgent, L'Opéra-comique, le Gavroche de la musique", Découvertes Gallimard, Paris, 2010

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

parigi Portale Parigi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di parigi