Tetraossido di diazoto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tetraossido di diazoto
Struttura del tetraossido di diazoto
Struttura 3D del tetraossido di diazoto
Nomi alternativi
tetraossido di azoto
anidride nitroso-nitrica
ipoazotide
DNTO
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare N2O4
Massa molecolare (u) 92,01
Aspetto gas incolore
Numero CAS [10544-72-6]
PubChem 25352
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.) 1,443 (liquido, 21 °C)
Solubilità in acqua reagisce
Temperatura di fusione −11,2 °C (261,95 K)
Temperatura di ebollizione 21,1 °C (294,25 K)
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
gas compresso comburente tossicità acuta corrosivo

pericolo

Frasi H 280 - 270 - 330 - 314 - EUH071
Consigli P 260 - 280 - 284 - 303+361+353 - 304 - 340 - 305+351+338 - 309+311 - 404 - 405 [1]

Il tetraossido di diazoto o tetraossido di azoto (DNTO), formula chimica N2O4, è un composto chimico dell'azoto. È un dimero del biossido di azoto. Allo stato gassoso è incolore e si decompone a biossido di azoto, che a sua volta si aggrega a tetrossido, formando così una miscela in equilibrio.

Il tetrossido di azoto si trova allo stato liquido a temperature comprese tra -11° e +21 °C; ha un basso punto di ebollizione (+21,1 °C), pertanto deve essere conservato e trasportato sotto pressione. È un forte ossidante. Si ottiene come prodotto intermedio nella produzione di acido nitrico.

Il tetraossido di azoto è frequentemente utilizzato come sostanza ossidante nei sistemi di propulsione di razzi e veicoli spaziali, solitamente in combinazione con idrazina o suoi derivati.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Scheda IFA-GESTIS
chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia