Tetrametiletilendiammina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tetrametiletilendiammina
formula di struttura
Nome IUPAC
N,N,N',N'-tetrametil-1,2-diamminoetano
Nomi alternativi
TEMED, TMEDA, TMED
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare C6H16N2
Massa molecolare (u) 116,24
Aspetto liquido incolore
Numero CAS [110-18-9]
Proprietà chimico-fisiche
Densità (kg·m−3, in c.s.) 0,78
Solubilità in acqua
Temperatura di fusione −55 °C (218 K)
Temperatura di ebollizione 120-122 °C (393-395 K)
Indicazioni di sicurezza
Flash point 50 °F
Simboli di rischio chimico
facilmente infiammabile corrosivo irritante

pericolo

Frasi H 225 - 332 - 302 - 314
Consigli P 210 - 233 - 280 - 301+330+331 - 305+351+338 - 309+310 [1]

La tetrametiletilendiammina (N,N,N',N'-tetrametiletilendiammina), meglio nota con gli acronimi TEMED , TMEDA e TMED, è un composto chimico di formula (CH3)2NCH2CH2N(CH3)2. Si deriva a partire dall'etilendiammina per sostituzione di quattro gruppi N-H con quattro gruppi N-metile. Ha uno sgradevole odore di pesce.

In biologia molecolare, viene utilizzato come catalizzatore per la polimerizzazione dell'acrilammide, insieme all'ammonio persolfato. La TEMED catalizza la decomposizione dello ione persolfato con produzione del corrispondente radicale libero. Quest'ultimo a sua volta, attacca i doppi legami dell'acrilammide permettendone la polimerizzazione in forma di gel trasparente.

Note[modifica | modifica wikitesto]

chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia