Tetrabromuro di silicio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tetrabromuro di silicio
Silicon-tetrabromide-3D-vdW.png
Silicon-tetrabromide-2D-A.png
Silicon-tetrabromide-3D-balls.png
Nome IUPAC
Tetrabromuro di silicio
Nomi alternativi
Tetrabromosilano
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare SiBr4
Massa molecolare (u) 347,7
Aspetto liquido incolore
Numero CAS [7789-66-4]
PubChem 82247
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.) 2,79 g·cm−3
Temperatura di fusione 5 °C (41 °F; 278 K)
Temperatura di ebollizione 153 °C (307 °F; 426 K)
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
Corrosivo
Frasi R 34
Frasi S 26-27-28-36/37/39

Il tetrabromuro di silicio è l'alosilano con la formula chimica SiBr4. Si presenta come un liquido incolore dall'odore soffocante, dovuto alla reazione di idrolisi con l'umidità dell'aria che rilascia acido bromidrico tossico.[1]

Acidità di Lewis[modifica | modifica wikitesto]

I complessi di silicio Covalente saturo complessi di silicio come SiBr4, insieme ai tetraalogenuri di germanio (Ge) e stagno (Sn), sono acidi di Lewis. Anche se i tetraalogenuri di silicio obbediscono alla regola dell'ottetto, aggiungono Lewis leganti di base per dare addotti con la formula SiBr4L e SiBr4L2 (dove L è una base di Lewis). Le proprietà acide secondo Lewis dei tetralidi tendono ad aumentare come segue: SiI4 < SiBr4 < SiCl4 < SiF4. Questa tendenza è attribuita ai relativi valori di elettronegatività degli alogeni.

La forza dei legami Si-X diminuisce nell'ordine: Si-F > Si-Cl > Si-Br> Si-I.

Sintesi[modifica | modifica wikitesto]

Il tetrabromuro di silicio può essere sintetizzato con una reazione tra acido bromidrico e silicio a 600 °C.

Si + 4 HBr → SiBr4 + 2 H2

Si + 2 HBr → SiH2Br2

Si + 3 HBr → SiHBr3 + H2

Reattività[modifica | modifica wikitesto]

[2] [3] [3]

Utilizzo[modifica | modifica wikitesto]

Per la sua stretta somiglianza con il tetracloruro di silicio, ci sono poche applicazioni uniche per SiBr4. La pirolisi di SiBr4 ha il vantaggio di avere il silicio depositato su tassi più veloci di quelli di SiCl4, tuttavia quest'ultimo è generalmente preferito a causa della sua disponibilità di elevata purezza.[4] La pirolisi di SiBr4 seguita da un trattamento con ammoniaca produce rivestimenti di nitruro di silicio (Si3N4), un composto duro utilizzato per la produzione di ceramica, sigillanti e di molti strumenti da taglio.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Encyclopedia of Inorganic Chemistry; King, B. R.; John Wiley & Sons Ltd.: New York, NY, 1994; Vol 7, pp 3779–3782.
  2. ^ Greenwood, N. N.; Earnshaw, A. Chemistry of the Elements; Pergamon Press Inc.: New York, NY, 1984; pp 391-393.
  3. ^ a b Silicon Compounds, Silanes. Arkles, B.; Kirk-Othmer Encyclopedia of Chemical Technology; John Wiley & Sons, Inc, 2001.
  4. ^ a b Silicon Compounds, Inorganic. Simmler W.; Ullmann's Encyclopedia of Industrial Chemistry; Wiley-VCH, 2002. DOI: 10.1002/14356007.a24_001
chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia