Tesoro nazionale vivente

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Tesoro nazionale vivente (人間国宝 Ningen Kokuhō?) è il titolo concesso in Giappone a certi maestri di arti manuali come lo ukiyo-e, arte su carta, fabbricazione di spade e ceramica, e a maestri di tradizioni recitative come il bunraku, il kabuki e vari festival tradizionali (matsuri); tale titolo è concesso al fine di preservare le tecniche e le abilità artistiche in pericolo di esser perdute.

Nel 1950, il governo del Giappone iniziò a nominare certe persone o gruppi che erano "portatori di importanti beni culturali intangibili" ( 重要無形文化財保持者 jūyō mukei bunkazai hojisha?) come tesori umani, proprio come oggetti o luoghi di grande valore culturale che erano designati come tesori nazionali, rendendoli così idonei a ricevere speciali forme di tutela e sostegno.

Titoli concessi[modifica | modifica sorgente]

Tra le persone designate come tesori nazionali viventi si trovano:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Centro d'informazione della ceramica giapponese

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Giappone Portale Giappone: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Giappone