Tesoro di Hildesheim

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cratere argenteo del tesoro di Hildesheim

Il Tesoro di Hildesheim è un'importante scoperta archeologica di vari pezzi romani d'argento risalenti all'età di Augusto, avvenuta nei pressi della città tedesca di Hildesheim. Il tesoro è oggi conservato nell'Altes Museum (Antikensammlung) degli Staatliche Museen di Berlino.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il luogo di ritrovamento era allora ai confini dell'Impero ed era composto da oltre 60 pezzi d'argento, forse frutto di un bottino di razzia, come suggeriscono le iscrizioni sui pezzi che rimandano a più persone diverse.

Il pezzo di maggior spicco è un cratere decorato a sbalzo e rifinito a cesello, con motivi decorativi finissimi che si svolgono armoniosamente su tutta la superficie. In basso due grifi sono retrospicienti in posizione araldica; da essi si diparte un complesso stelo con racemi filiformi composti a girali simmetriche; tra di esse compaiono eroti dediti alla pesca di gamberi e pesci.

La decorazione del cratere è perfettamente inquadrata nell'arte del tempo, confrontabile con la pittura e gli stucchi (come quelli della casa della Farnesina).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

età augustea Portale Età augustea: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di età augustea