Terrorizer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Terrorizer
Paese d'origine Stati Uniti Stati Uniti
Genere Grindcore[1]
Death metal[1]
Deathgrind[1]
Periodo di attività 1986-1989
2005-2006
2009-in attività [1]
Etichetta Earache
Century
Album pubblicati 3
Studio 2
Raccolte 1
Sito web

I Terrorizer sono un gruppo grindcore[1] statunitense nato nella metà degli anni '80.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Formati nel 1986 a Los Angeles dal cantante Oscar Garcia, dal bassista Alfred "Garvey" Estrada, dal chitarrista Jesse Pintado e dal batterista Pete Sandoval, l'anno successivo registrarono due demotape (Nightmares e Demo) nei quali la band iniziò a formare il proprio stile unendo elementi crust punk, death metal e liriche politicizzate e dissacranti.

Dopo l'entrata di Pete Sandoval nei Morbid Angel alla fine del 1988 la band si scioglie: Oscar Garcia torna nei Nausea e Jesse Pintado l'anno successivo viene chiamato a far parte dei Napalm Death. Grazie all'interessamento di Shane Embury bassista di quest'ultimi la Earache propone il contratto per un album, così Jesse Pintado e Oscar Garcia raggiungono i famosi Morrisound Recordings di Tampa, Florida dove i Morbid Angel stanno registrando l'album di debutto; il bassista e cantante David Vincent prende il posto di Garvey, che si trovava in prigione e così il gruppo registrò nel 1989 l'album di debutto World Downfall praticamente postumo, infatti la band non può avere futuro visti gli impegni di Pintado con gli inglesi Napalm Death e di Sandoval e Vincent con i Morbid Angel. Questo album verrà considerato seminale per tutto il genere grindcore e death metal.

Mentre queste ultime due band nello scorso decennio crescevano in popolarità, anche il nome dei Terrorizer lasciava un'enorme eredità influenzando con quell'unico album una generazione di gruppi a venire che trarranno ispirazione da quel sound violento e 'in your face' e da quelle liriche che denunciavano il degrado del sistema e l'accidia dello staus quo.

Nel 2005, dopo l'abbandono di Pintado dai Napalm Death, i Terrorizer riprendono forma e lo stesso Pintado richiama gli amici Pete Sandoval e Oscar Garcia. Oscar ormai sposato e padre, occupato in un lavoro comune si vede impossibilitato a pensare di andare in tour così declina l'offerta. Così si aggiungono il chitarrista Tony Norman e il cantante Anthony Rezhawk. Viene così registrato nel 2006 il secondo capitolo dopo 17 anni, Darker Days Ahead si presenta con un sound cupo e molto più vicino al death metal, anche se le parti prettamente grind saranno ancora presenti. I testi saranno ancora concentrati sul paradosso della realtà quotidiana, disegnando scenari infernali: la schiavizzazione degli uomini e degli animali, la follia del processo tecnologico e la concentrazione del potere nelle mani delle corporazioni internazionali tutte intente a creare i "giorni oscuri". Dopo la pubblicazione dell'album, nell'agosto del 2006 il chitarrista Jesse Pintado muore per un arresto cardiaco in un ospedale olandese.

A tutt'oggi rimane incerto il futuro della band.

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Attuale[modifica | modifica wikitesto]

Ex-componenti[modifica | modifica wikitesto]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Studio album[modifica | modifica wikitesto]

Demo[modifica | modifica wikitesto]

Raccolte[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e Terrorizer - Metal Archives

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]