Terrore di notte

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Terrore di notte
Terror by Night 1946.jpg
Sherlock Holmes (Basil Rathbone, al centro, mostra a Lady Margaret Carstairs (Mary Forbes) la scatola che conteneva la "Stella della Rodesia" dopo il furto
Paese di produzione USA
Anno 1946
Durata 60 min
Colore bianco e nero
Audio sonoro
Genere giallo, thriller
Regia Roy William Neill
Soggetto Arthur Conan Doyle (racconto)
Frank Gruber
Produttore Universal Pictures
Produttore esecutivo Roy William Neill
Casa di produzione Universal Studios
Distribuzione (Italia) 1946
Interpreti e personaggi

Terrore di notte (Terror by Night), noto anche col nome di Il treno della morte) è un film del 1946 per la regia di Roy William Neill, tredicesima pellicola gialla basata sul personaggio di Sherlock Holmes della serie interpretata dalla coppia Basil Rathbone-Nigel Bruce e prodotta da Universal Studios.

È liberamente ispirato ad alcune storie contenute nella raccolta Il ritorno di Sherlock Holmes (1905) di Arthur Conan Doyle, tra cui "L'avventura della casa disabitata", "La sparizione di lady Frances Carfax" e "Il segno dei quattro".

Trama[modifica | modifica sorgente]

A Londra, una giovane donna di nome Vivian Vedder (Renee Godfrey) verifica che un falegname abbia completato la bara per sua madre, recentemente defunta, che sarà trasportata in Scozia col treno. Ella decide di prendere il treno quella sera stessa, come del resto fa lady Margaret Carstairs (Mary Forbes), che è proprietaria del famoso diamante "Stella della Rodesia" che ha con sé; il figlio di lady Margaret, Roland (Geoffrey Steele), ha per precauzione incaricato Holmes di proteggere il diamante, mentre l'ispettore Lestrade (Dennis Hoey), anch'egli preoccupato della sicurezza del diamate, decide di salire anch'egli sul treno. Watson ritrova nel viaggio un vecchio amico e compagno d'arme, il maggiore Duncan-Bleek (Alan Mowbray).

Poco dopo, Roland viene trovato ucciso ed il diamante risulta rubato. Lestrade, Holmes e Watson non riescono ad ottenere particolari informazioni dagli altri passeggeri, ma Holmes viene aggredito e quasi spinto fuori dal treno e rintraccia la bara di miss Vedder dove trova un compartimento segreto. Egli inizia a sospettare per i metodi che il famoso ladro di gioielli, il colonnello Sebastian Moran, sia a bordo del treno.

Dopo un interrogatorio, miss Vedder ammette di essere stata pagata per il trasporto della bara. Holmes però rivela di avere lui l'originale del diamante e che il ladro ha solo rubato una copia.

Nel compartimento bagagli, Holmes trova il guardiano ucciso con un dardo avvelenato ad opera del criminale Sands (Skelton Knaggs) anch'egli a bordo (nascosto nel doppio fondo della bara). Quando questi riesce a recuperare il diamante, viene assassinato a sua volta da Duncan-Bleek, che è di fatti il colonnello Moran che viene smascherato poi da Holmes nel tentativo di fuggire con la complicità di finti poliziotti scozzesi.

Note[modifica | modifica sorgente]


Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • David Stuart Davies, Holmes of the Movies, New English Library, 1976. ISBN 0-450-03358-9.