Territori oscuri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Territori oscuri
Titolo originale The Dark Fields
Autore Alan Glynn
1ª ed. originale 2001
Genere romanzo
Lingua originale inglese

Territori oscuri (The Dark Fields) è un romanzo thriller tecnologico del 2001 dello scrittore inglese Alan Glynn.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Eddie Spinola è un redattore pubblicitario in una piccola casa editrice di New York. Dopo l'incontro casuale con il suo ex cognato spacciatore, inizia ad usare l'MDT-48, un farmaco sperimentale che accresce in modo esponenziale la sua intelligenza, creatività e capacità di apprendimento. Nel frattempo suo cognato viene ucciso quindi Eddie riesce a procurarsi la sua scorta di pastiglie che gli consentirà di cambiare radicalmente vita. Tuttavia l'assunzione di questa droga inizia a presentare effetti collaterali come amnesie che durano più ore, difficoltà a concentrarsi senza aver assunto il farmaco oltre a una debolezza fisica e forti emicranie. Dopo aver provato più modi di far soldi grazie a questa particolare condizione, decide di giocare in borsa e si fa prestare una grossa somma di denaro da un membro della mafia russa. Casualmente questo mafioso ruba ad Edward una pastiglia e in seguito lo minaccia per avere una fornitura settimanale di questa droga. Nel frattempo le capacità di speculare in borsa attirano l'attenzione dei media e degli addetti al settore, tra cui Carl Van Loon, un finanziere che sta seguendo una grossa fusione tra due grandi società. Spinola diventa un consulente speciale di Van Loon e la fusione va in porto. In fuga da polizia e creditori, di fronte alla morte a causa del ritiro del farmaco, che non può più permettersi, la sua nuova carriera in finanza viene interrotta...

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura