Terra senza donne (film 1929)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Terra senza donne
Titolo originale Das Land ohne Frauen
Lingua originale tedesco
Paese di produzione Germania
Anno 1929
Durata 118 min

74 min (versione USA)

Colore B/N
Audio sonoro Mono
Rapporto 1,33 : 1
Genere drammatico
Regia Carmine Gallone

Géza von Cziffra (aiuto regia)

Soggetto dal romanzo Die Braut Nr. 68 di Peter Bolt
Sceneggiatura Ladislaus Vajda
Produttore Hermann Fellner, Arnold Pressburger e Josef Somlo
Casa di produzione F.P.S.-Film GmbH
Fotografia Otto Kanturek, Bruno Timm
Montaggio Jean Oser (con il nome Hans Oser)
Musiche Wolfgang Zeller
Scenografia Otto Erdmann, Hans Sohnle
Interpreti e personaggi

Terra senza donne (Das Land ohne Frauen) è un film del 1929, diretto da Carmine Gallone.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Alla fine dell'Ottocento, in Australia, gli emigrati che vi sono giunti sono per la maggior parte partiti dalla Gran Bretagna in cerca di fortuna e dell'oro delle miniere. Ma, sono tutti uomini: nelle desolate lande australiane mancano le donne. Il governo di Londra, quindi, decide di inviare una nave carica di ragazze da marito, ognuna delle quali è già destinata a un uomo. Una delle donne, però, muore durante il viaggio. Gli ufficiali di marina, allora, giocano uno scherzo al predestinato, che ignora la morte di quella che doveva diventare sua moglie. Gli fanno credere, infatti, che la donna che gli spetta sia un'altra. La quale, ovviamente, è già stata assegnata a un altro uomo. Finirà in tragedia: l'uomo cercherà di vendicarsi, uccidendo un innocente e, di conseguenza, si suiciderà.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Il film fu prodotto dalla F.P.S.-Film GmbH.

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Distribuito dalla Phoebus-Film AG e dalla Tobis-Filmverleih, il film uscì nelle sale cinematografiche tedesche il 30 settembre 1929. Negli Stati Uniti, fu distribuito dalla Tobis Forenfilms in una versione ridotta di 74 minuti con il titolo Bride 68: fu presentato a New York il 12 aprile 1930; in Giappone, il 1º settembre 1930 con il titolo Rokujuuhati ban no hanayome[1].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ IMDb release info

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema