Terra di mezzo (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Terra di mezzo
Titolo originale Terra di mezzo
Lingua originale italiano, albanese, hausa
Paese di produzione Italia
Anno 1996
Durata 78 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere drammatico
Regia Matteo Garrone [1]
Soggetto Matteo Garrone
Sceneggiatura Matteo Garrone
Produttore Matteo Garrone
Casa di produzione Archimede
Fotografia Marco Onorato
Montaggio Marco Spoletini
Musiche Dodi Moscati
Scenografia Matteo Garrone
Costumi Cristina Da Rold
Interpreti e personaggi
Episodi
  • Silhouette
  • Euglen & Gertian
  • Self Service
Premi

Terra di mezzo è un film del 1996 scritto, diretto e prodotto da Matteo Garrone, articolato in tre episodi distinti, che racconta le storie di emarginazione di alcuni stranieri immigrati in Italia.

Il primo episodio, Silhouette, ha vinto il Sacher Festival di Nanni Moretti. Grazie a questo premio Garrone ha potuto produrre il terzo episodio, Self Service.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Silhouette[modifica | modifica sorgente]

Viaggio nella giornata di alcune prostitute nigeriane nella periferia di Roma.

Euglen & Gertian[modifica | modifica sorgente]

Ragazzi albanesi offrono la propria manovalanza in nero e a basso costo sul ciglio delle strade fuori città.

Self Service[modifica | modifica sorgente]

Un uomo di origine egiziana lavora la notte come benzinaio abusivo a un distributore self-service.

Colonna sonora[modifica | modifica sorgente]

Dodi Moscati ha curato la scelta dei brani musicali presenti nel film:

  • Mupepe, Locklat Africa, Mais qu'est-ce? e Take me Coco di Zap Mama nell'episodio Silhouette
  • Qifti, Vare Vare, Nina Nana e The Nightingale di Silvana Licursi nell'episodio Self Service

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Garrone è anche l'operatore alla cinepresa.
Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema