Terra!

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il programma televisivo giornalistico, vedi Terra! (programma televisivo).
Terra!
Autore Stefano Benni
1ª ed. originale 1983
Genere romanzo
Sottogenere satira, fantascienza umoristica
Lingua originale italiano

Terra! è un romanzo del 1983 di Stefano Benni. È un romanzo umoristico di fantascienza post apocalittica caratterizzato da una moltitudine di personaggi bizzarri, una sottile satira di alcune politiche odierne e parodie di fatti storici.

Ambientazione[modifica | modifica wikitesto]

Terra! è ambientato nel 2156. Dal 2039 vi sono state quattro guerre mondiali, la prima delle quali causata per errore, e la situazione climatica è disastrosa: un'enorme cortina di ghiaccio e neve avvolge la terra e il cielo è oscurato da un lungo inverno nucleare. In questo scenario si muovono tre superpotenze mondiali: la Federazione Sineuropea con gravi carenze di energia, l'Impero Militare Giapponese con carenze di spazio, e la ricchissima unione degli sceicchi Amerorussi.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Una formidabile notizia arriva sulla Terra: sembra che un cacciatore di comete abbia trovato un nuovo mondo ospitale nello spazio profondo.

Si scatena così una corsa allo spazio per arrivare primi al nuovo mondo. Tre navi spaziali partono per l'impresa: la Proteo Tien, scassata ed antiquata navetta sineuropea, la piccolissima astronave giapponese Zuikaku, con un generale e sessanta topi ammaestrati come equipaggio, e la colossale Calalbakrab, nave spaziale del re degli Aramerussi.

Intanto, in Perù, un ragazzino prodigio (Einstein), un vecchio saggio cinese (Fang) e un supercomputer (Genius) cercano di risolvere un antico enigma legato al viaggio per il nuovo mondo.

Influenze e riferimenti[modifica | modifica wikitesto]

L'autore ha smentito categoricamente ogni influenza del suo romanzo dalla Guida galattica per gli autostoppisti, il libro di Douglas Adams uscito quattro anni prima.[1]

L'autore stesso ha invece dichiarato: «Per Terra, l’ispirazione venne dal ricordo di un mio viaggio in Sud America, e, guarda guarda, da Moby Dick[1]».

I 60 topi della Zuikaku hanno come nomi alcuni peculiari comandi BASIC della calcolatrice programmabile Sharp PC-1500 (anche commercializzata come "TRS-80 PC-2" dalla Radio Shack TRS-80).

La sede della Federazione Sineuropea è un edificio a geometria variabile a forma di Pyraminx.

Moltissime parole sono accostamenti di più nomi come: Proteo Tien (il profeta Proteo - Tien = cielo); l'astronave giapponese Akai Mazinga Zuikaku (Akai è un'azienda, Mazinga è il robot protagonista di una serie animata (anime) giapponese, Zuikoku è stata una delle portaerei partecipanti all'attacco di Pearl Harbor).

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Intervista Telematica a Stefano Benni, Stefano Benni, 5 dicembre 2007. URL consultato il 15 settembre 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Edizioni di Terra! in Catalogo Vegetti della letteratura fantastica, Associazione culturale Delos Books.