Terillo di Himera

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Terillo di Himera (... – ...) fu tiranno di Himera fino al 485-480 a.C. circa[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Terillo è menzionato esclusivamente da Erodoto[2] nel racconto della battaglia di Himera del 480 a.C.: dallo storiografo di Alicarnasso sappiamo che Terillo, figlio di Crinippo, fu scacciato da Imera (città di cui era tiranno) da Terone di Agrigento. Cercò di rientrare in possesso della sua città alleandosi con il cartaginese Amilcare e con Anassilao di Reggio, a cui dette in sposa la figlia Cidippe[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Braccesi, 1998, 20.
  2. ^ Erodoto, Storie, VII,165.
  3. ^ Braccesi, 1998, 19.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Fonti primarie[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura storiografica[modifica | modifica wikitesto]

  • Lorenzo Braccesi, I tiranni di Sicilia, Roma-Bari, Editori Laterza, 1998, ISBN 88-420-5566-2.