Teresa Manganiello

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Teresa Manganiello
Nascita 1º gennaio 1849
Morte 4 novembre 1876
Venerata da Chiesa cattolica,
Beatificazione 22 maggio 2010
Ricorrenza 4 novembre

Teresa Manganiello (Montefusco, 1º gennaio 18494 novembre 1876) è stata una religiosa italiana, fondatrice della Congregazione delle Suore Francescane Immacolatine.

Vita[modifica | modifica wikitesto]

Crebbe in una famiglia di contadini e non ebbe modo di frequentare la scuola elementare e quindi era analfabeta. I suoi genitori erano persone molto religiose e istruirono Teresa nella fede cristiana.

L'Analfabeta Sapiente[modifica | modifica wikitesto]

La ragazza, quando raggiunse l'età di ventidue anni, nel 1871, volle entrare nel Terz'Ordine francescano che era stato appena istituito a Montefusco dal sacerdote cappuccino Lodovico Acernese. Divenne così la "prima terziaria" del suo paese. Essa cominciò a seguire con passione il Movimento francescano in Irpinia e nel Sannio, fornendo un consistente aiuto nell'opera di evangelizzazione. Per questo motivo fu chiamata l'Analfabeta Sapiente di Montefusco: il suo scopo era l'aiuto ai poveri, agli orfani e a tutti coloro che si trovavano nella malattia e nel dolore.

Teresa ricevuta da Pio IX[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1873 Teresa Manganiello fu ricevuta in "udienza privata" dal papa Pio IX che contribuì, con la sua speciale benedizione, a sostenere il progetto della Terziaria per fondare una Congregazione unica. Ma Teresa non poté realizzare questo progetto perché, tre anni dopo l'udienza papale, morì.

Realizzazione[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1881, cinque anni dopo la sua morte, il padre Acernese fondò la Congregazione delle Suore Francescane Immacolatine a Pietradefusi, in provincia di Avellino, per rendere realtà il proposito di Teresa ed essa fu considerata "Madre spirituale" e "Pietra Angolare" di questa nuova istituzione.

Meriti[modifica | modifica wikitesto]

Fu iniziato il processo di canonizzazione per Teresa che ebbe termine nel 1991 nell'Arcidiocesi di Benevento. Il processo ottenne la validità giuridica da parte della Congregazione per le Cause dei Santi nell'anno 1992. A questa Congregazione fu consegnata, nel 1999 la "Positio super virtutibus" che fu approvata dai Consultori Storici il 14 marzo 2000. Il 22 maggio 2010 Teresa Manganiello è stata proclamata Beata nella città di Benevento.

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Le notizie su Teresa Manganiello sono ricavate da un sussidio stampato in proprio dalle le Suore Francescane Immacolatine di Pietradefusi (Av).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]