Tereo (Sofocle)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tereo
Tragedia perduta
Tereo davanti alla testa del figlio, dipinto di Peter Paul Rubens
Tereo davanti alla testa del figlio, dipinto di Peter Paul Rubens
Autore Sofocle
Titolo originale Τηρεύς
Lingua originale Greco antico
Ambientazione Tracia
 
« Ma ora io non sono nulla da sola. Ma io spesso sono dipinta così per la normale natura della donna, mentre si nota che noi fanciulle non serviamo a nulla. »
(Frammento del Tereo)

Tereo (greco antico: Τηρεύς) è una tragedia perduta di Sofocle di cui restano vari frammenti, scritta probabilmente in un arco di tempo compreso tra il 431 a.C. e il 414 a.C. In questi quindici anni altri due scrittori greci trattarono il mito di Tereo: Aristofane ne Gli uccelli e Tucidide ne La guerra del Peloponneso.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]