Teoria di stringa bosonica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Teoria delle stringhe
Dualità
T-dualità · S-dualità · U-dualità
Fisica
Glossario Fisico
Calendario degli eventi
Portale e Progetto Fisica

La teoria di stringa bosonica è la versione originale della teoria delle stringhe sviluppata alla fine degli anni 60 del XX secolo.
All'inizio degli anni '70, con la scoperta della supersimmetria venne anche sviluppata la nuova versione della teoria detta teoria delle superstringhe, che da allora è diventata il nuovo riferimento, lasciando alla teoria di stringa bosonica solo il posto di modello iniziale di approccio alla teoria delle stringhe.

Problematiche[modifica | modifica wikitesto]

Sebbene avesse molte caratteristiche attraenti, la teoria di stringa bosonica aveva anche un paio di caratteristiche che la rendono inadeguata come modello fisico.

Prima di tutto predice solo l'esistenza dei bosoni, mentre le particelle fisiche sono per lo più fermioni. In secondo luogo predice l'esistenza di particelle con massa immaginaria chiamate tachioni, che dovrebbero viaggiare più velocemente della luce. Ciò va in conflitto con la fisica che conosciamo e queste particelle non sono mai state osservate.

In generale la teoria di stringa bosononica mostra inconsistenze dovute anche a un'anomalia conforme, che tuttavia uno spaziotempo a 26 dimensioni, 25 spaziali e una temporale cancellerebbe.
Si può anche dire che la teoria di stringa bosonica preveda stati fantasma di particelle. Nello spazio a 26 dimensioni questi particolari stati non hanno alcuna interazione con gli altri stati e pertanto possono essere ignorati rendendo così consistente la teoria.

Questa alta dimensionalità non comporta problemi per la teoria bosonica, perché essa può essere formulata in modo tale che lo spaziotempo si arrotoli lungo le 22 dimensioni extra formando una struttura toroidale, che lascerebbe visibili solo le quattro familiari dimensioni dello spaziotempo che conosciamo.

Note[modifica | modifica wikitesto]


Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Testi divulgativi[modifica | modifica wikitesto]

Manuali[modifica | modifica wikitesto]

  • Michael Green, John Schwarz and Edward Witten, Superstring theory, Cambridge University Press (1987). Il libro di testo originale.
  • Johnson, Clifford, D-branes, Cambridge University Press (2003). ISBN 0-521-80912-6.
  • Joseph Polchinski, String Theory, Cambridge University Press (1998). Un testo moderno.
  • Zwiebach, Barton. A First Course in String Theory. Cambridge University Press (2004). ISBN 0-521-83143-1. Sono disponibili correzioni online.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Fisica Portale Fisica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Fisica