Teoria dei giochi (evoluzione)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La teoria dei giochi evolutiva (EGT, evolutionary game theory) è l'applicazione dei modelli presi dalla Genetica delle popolazioni della variazione nella frequenza di un gene in popolazioni alla teoria dei giochi. Differisce dalla teoria dei giochi classica perché è centrata sulla dinamica del cambio di strategia più che sulle proprietà degli equilibri della strategia. A dispetto del nome, la teoria dei giochi evolutiva è trattata molto più dagli economisti che dai biologi.

La metodologia di studio solita delle dinamiche evolutive nei giochi è attraverso equazioni di replicatori. Queste suppongono popolazioni infinite, tempo continuo, totale commistione e autentiche strategie di riproduzione Gli attrattori (punti stabili fissi) delle equazioni sono equivalenti agli stati stabili di evoluzione.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Hammerstein, P. e Selten, R., "Game theory and evolutionary biology", in Handbook of Game Theory with Economic Applications, R. J. Aumann and S. Hart, curatori (Elsevier, Amsterdam, 1994), vol. 2, pp. 929-993
  • Hofbauer, J. and Sigmund, K. (1998) Evolutionary games and population dynamics, Cambridge University Press
  • Maynard Smith, J. (1982) Evolution and the Theory of Games.
  • Maynard Smith, J. e Price, G.R. (1973) The logic of animal conflict, Nature 246:15-18 DOI: 10.1038/246015a0
  • Taylor, P. D. (1979). Evolutionarily Stable Strategies with Two Types of Players J. Appl. Prob. 16, 76-83.
  • Taylor, P. D. e Jonker, L. B. (1978). Evolutionarily Stable Strategies and Game Dynamics Math. Biosci. 40, 145-156.
  • Weibull, J. W. (1995) Evolutionary game theory, MIT Press

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]