Teorema di Coulomb

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando la legge che descrive l'interazione fra corpi elettricamente carichi, vedi forza di Coulomb.

In fisica, il teorema di Coulomb è una relazione che permette di determinare l'intensità del campo elettrico in prossimità della superficie di un corpo conduttore conoscendo la densità di carica in quel punto. Permette, quindi, di calcolare il campo elettrico in prossimità della superficie una volta che si conosce la densità con cui vi sono distribuite le cariche. Ne risulta che il campo elettrico è uniforme in prossimità della superficie, perpendicolare a quest'ultima, e di intensità proporzionale alla densità superficiale di carica.

Enunciato del teorema[modifica | modifica wikitesto]

Dato un corpo conduttore la cui superficie sia caratterizzata da una densità superficiale di carica \sigma, il campo elettrico prodotto in prossimità della superficie è:

\mathbf E = -\frac{{\part}V}{{\part}n} = \frac{\sigma}{\varepsilon_0}  \hat \mathbf n

dove \varepsilon_0 è la costante dielettrica del vuoto ed \hat \mathbf n è il versore normale alla superficie del conduttore.

Dimostrazione[modifica | modifica wikitesto]

Dimostrazione del teorema di Coulomb

Si consideri una sfera tangente alla superficie del conduttore; si prenda quindi un punto con una prossimità alla superficie stessa dipendente dal rapporto tra il raggio di curvatura e la distanza dal centro.

La direzione del campo elettrico è strettamente radiale in quanto la presenza di un campo elettrico tangenziale muoverebbe le cariche, condizione che invaliderebbe l'ipotesi. Questa deduzione la si ricava anche dalla relazione tra il campo e il suo potenziale; essendo in un conduttore la differenza di potenziale tra due punti sempre nulla, sarà nulla anche la componente tangenziale di \mathbf E, in quanto \mathbf E = - \mathbf \nabla V (la variazione del potenziale è nulla).

Conoscendo le caratteristiche vettoriali si può applicare il teorema di Gauss. Si consideri un cilindro con base ds infinitesima parallela al conduttore e di spessore dh e si calcoli il flusso del campo elettrico attraverso questa superficie. Dalla natura vettoriale del campo si nota che l'unico contributo al flusso è quello attraverso la base ds . Pertanto, considerando \sigma ds il valore della carica distribuita sulla porzione di superficie ds :

\Phi = \mathbf E \cdot d\mathbf s = \frac{\sigma ds}{\varepsilon_0}

da cui si ottiene:

\mathbf E = \frac{\sigma}{\varepsilon_0} \hat \mathbf n

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

elettromagnetismo Portale Elettromagnetismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di elettromagnetismo