Teodo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Teodo
comune
(SR) Tivat
Teodo – Stemma
Teodo – Veduta
Localizzazione
Stato Montenegro Montenegro
Territorio
Coordinate 42°25′48″N 18°42′00″E / 42.43°N 18.7°E42.43; 18.7 (Teodo)Coordinate: 42°25′48″N 18°42′00″E / 42.43°N 18.7°E42.43; 18.7 (Teodo)
Superficie 46 km²
Abitanti 9 467 (2003)
Densità 205,8 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 85320
Prefisso +382 32
Fuso orario UTC+1
ISO 3166-2 ME-19
Targa TV
Nome abitanti Tivćani
Cartografia
Mappa di localizzazione: Montenegro
Teodo
Teodo – Mappa
Sito istituzionale

Teodo[1][2] (pron. [Tèodo]; in serbo Tivat, in cirillico Тиват) è una cittadina costiera del Montenegro situata nelle Bocche di Cattaro. Tivat ha una popolazione di 9.467 abitanti (2003) ed è capoluogo dell'omonimo comune.

Gran parte della popolazione è concentrata nel capoluogo, che con 9.467 abitanti rappresenta il 69% degli abitanti del comune, mentre nessun'altra località supera il migliaio di abitanti. Il comune di Teodo è in assoluto il più piccolo e più densamente popolato del Montenegro.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Teodo è situata nella baia omonima, che corrisponde al bacino centrale dei tre o quattro che compongono le Bocche di Cattaro. Ben riparata dai venti, è ubicata in una fertile area pianeggiante a sud del monte Vrmac ed è separata dal mare aperto dalla penisola di Lustizza/Luštica.

La municipalità di Teodo, che conta 13.991 abitanti ed ospita un aeroporto, si estende dal capoluogo in direzione sud (esclusa la penisola di Luštica) ed ha uno sbocco al mare nella località turistica di Pržno.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Le origini di Teodo risalgono al III secolo a.C. Secondo le fonti documentarie la città fu un importante centro religioso nei secoli XIV e XV; il monastero di San Michele Arcangelo era sede di un arcivescovo ortodosso. Nel corso del XIV secolo varie furono le attestazioni del nome cittadino: Teude, Theode e Theudo, toponimi che vengono ricondotti al nome dell'antica regina illirica Teuta.

Nel Medioevo le fertili terre di Teodo appartennero per lunghi periodi alle famiglie patrizie di Cattaro, Perzagno/Prčanj e Dobrota, che vi eressero castelli e villini, così come l'antica chiesa di Sant'Antonio (Sv. Anton).

La città appartenne in seguito, assieme all'intera area delle bocche, alla Repubblica di Venezia, che la tenne fino al 1797. Verso la fine del XIX secolo la città conobbe un certo sviluppo quando nel 1889 gli Austriaci fondarono l'arsenale marittimo che serve tuttora come base per l'esercito montenegrino.

Come Teodo, fu un comune della Provincia di Cattaro, suddivisione amministrativa del Governatorato della Dalmazia, dipendente dal Regno d'Italia dal 1941 al 1943.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica wikitesto]

In base all'ultimo censimento (2003), la maggioranza della popolazione di Teodo è serba (35,10%), seguita dai montenegrini (29,49%), croati (19,73%), musulmani (1,18%) e albanesi (1,03%). Rispetto al censimento del 1991, croati e montenegrini sono diminuiti, mentre i serbi sono balzati in prima posizione (erano il 15,30%).

Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

Località[modifica | modifica wikitesto]

La municipalità di Teodo ha le seguenti 14 località (tra parentesi il nome in lingua italiana, generalmente desueto):

  • Bogdašići, Богдашићи (Bogdassici)
  • Bogišići,Богишићи (Boghissici)
  • Krašići, Крашићи (Crassici)
  • Đuraševići, Ђурашевићи (Giurassevici)
  • Gošići, Гошићи (Gossici)
  • Donja Lastva, Доња Ластва (Lastua Inferiore)
  • Gornja Lastva, Горња Ластва (Lastua Superiore)
  • Lepetani, Лепетани (Lepetane)
  • Mrčevac, Мрчевац (Mercevaz)
  • Milovići, Миловићи (Milovici)
  • Radovići, Радовићи (Radovici, già Krtole/Cartolle)
  • Donji Stoliv (Stolivo Inferiore)
  • Gornji Stoliv, (Stolivo Superiore o Angosce)
  • Tivat, Тиват (Teodo)

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Teodo ha registrato negli ultimi anni un notevole flusso turistico, dovuto principalmente al vicino aeroporto ed alle spiagge della municipalità, sebbene la città stessa non sia invece una destinazione turistica, a causa delle attività industriali e portuali (cantieri navali, traghetto per Castelnuovo).

Teodo (precisamente la frazione di Lastva) è il punto di partenza di un elettrodotto sottomarino HVDC, attualmente (2014) in costruzione, che connetterà l'area balcanica alla rete elettrica italiana, in corrispondenza della frazione Villanova, in provincia di Pescara[3][4][5].

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Sport[modifica | modifica wikitesto]

La squadra di pallacanestro cittadina è la KK Teodo Tivat.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cfr. a p. 325 in Istituto Idrografico della Marina Portolano del Mediterraneo, volume 6, Adriatico Orientale (edizione 1994, nuova tiratura febbraio 2002), Genova. (Pubblicazione annessa alla cartografia ufficiale della Repubblica Italiana - legge 2 febbraio 1960, n. 68).
  2. ^ Cfr. a p. 215 in Istituto Idrografico della Marina Elenco dei fari e dei segnali da nebbia, Genova, 1997. (Documento ufficiale della Repubblica Italiana - legge 2 febbraio 1960, n. 68).
  3. ^ TERNA - Le nuove interconnessioni sottomarine con i Balcani in corso di sviluppo
  4. ^ TERNA - Piano di Sviluppo 2014
  5. ^ East Journal - MONTENEGRO: Nasce l'elettrodotto Villanova-Tivat tra l’Italia e i Balcani

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]