Tentazione (cristianesimo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nel bassorilievo Adamo ed Eva sono tentati nel Giardino dell'Eden.

Con il termine tentazione nel Cristianesimo si intende l'influenza negativa che il male e/o il demonio possono esercitare sull'uomo.

Adamo ed Eva[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Peccato originale.

La prima tentazione che la Bibbia ci racconta è quella subita e persa da Adamo ed Eva.

La tentazione di Adamo ed Eva è diventata così l'emblema della fragilità umana e della potenza del male.

Tentazioni di Gesù[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Tentazioni di Gesù.

I vangeli ci presentano le tentazioni subite da Gesù e da lui superate.

Gesù diventa quindi colui che salva l'uomo dal male e gli dà la possibilità di vincere le tentazioni.

Nel Padre Nostro[modifica | modifica sorgente]

La preghiera del Padre Nostro che Gesù ha insegnato ai suoi apostoli dice tra il resto:

« e non ci indurre in tentazione »   (Matteo 6,13)

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Cristianesimo Portale Cristianesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cristianesimo