Tempo di salita

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il tempo di salita, noto anche come rise time, nell'ambito del controllo ottimo, e più in generale dei controlli automatici e dei sistemi dinamici, è un indice della velocità di risposta del controllo. Come tempo di salita si intende il tempo necessario al sistema per variare dal 10% al 90% del valore di regime dello stesso; l'uscita deve raggiungere tale valore senza compiere oscillazioni.

In termini matematici si ha:

t_{s}=t_{2}-t_{1} ,,

dove (definito il sistema come sys):

t_{1}: y(t_{1})/y_{sys}=0.1

t_{2}: y(t_{2})/y_{sys}=0.9

Tempo di salita di un circuito elettronico[modifica | modifica wikitesto]

Solitamente il segnale di test è costituito da un'onda quadra generata da un circuito molto più veloce del sistema da testare. Per convenzione la misura di tempo viene effettuata tra il 10% e il 90% del valore picco-picco dell'onda quadra considerata, per i fronti negativi, ovviamente è il reciproco, dal 90% al 10%. Questo parametro interessa sia i circuiti logici che i circuiti lineari, minore è il tempo di rise time, maggiore risulta la frequenza cui il circuito può operare, il parametro relativo alla frequenza viene indicato come banda passante (solitamente espressa in MHz), questa è strettamente correlata al rise time. Questa misura si effettua con l'oscilloscopio: per agevolare l'operazione, sullo schermo dello strumento, posizionati sul reticolo dell'asse verticale, preposto alla misurazione della tensione, sono presenti due riferimenti fissi posti al 10% e 90%. Trattandosi di circuiti elettronici, le grandezze di tempo sono dell'ordine dei microsecondi o nanosecondi.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

ingegneria Portale Ingegneria: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ingegneria