Tempio serbo-ortodosso della Santissima Trinità e di San Spiridione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 45°39′05.36″N 13°46′23.99″E / 45.65149°N 13.77333°E45.65149; 13.77333

Tempio serbo-ortodosso della Santissima Trinità e di San Spiridione
Vista esterna del tempio dal lato del canal Grande
Vista esterna del tempio dal lato del canal Grande
Stato Italia Italia
Regione Friuli-Venezia Giulia
Località Trieste
Religione serbo-ortodossa
Titolare Santissima Trinità e San Spiridione
Diocesi Eparchia d'Austria e Svizzera
Consacrazione 24 dicembre 1885
Architetto Carlo Maciachini
Stile architettonico bizantino
Inizio costruzione 9 luglio 1868
Completamento 1885
La facciata principale sulla via San Spiridione

Il tempio serbo-ortodosso della Santissima Trinità e di San Spiridione è la chiesa della comunità serbo-ortodossa di Trieste.

Opera dell'architetto Carlo Maciachini (1869), sorge nel luogo della preesistente chiesa di San Spiridione del 1753.

Il complesso architettonico, posto nel borgo Teresiano nei pressi del canal Grande, riflette un gusto bizantino e si caratterizza per un cupola più alta dei quattro campanili, per le calotte emisferiche azzurre e per le ampie decorazioni a mosaico che abbelliscono le pareti esterne. Ornano la facciata nove grandi statue opera dello scultore milanese Emilio Bisi (1850-1920).

L'interno è riccamente decorato secondo i canoni bizantini, interamente ornato da pitture ad olio imitanti il mosaico. Nel presbiterio sono situati tre altari. La grande lampada d'argento che pende all'ingresso è dono dello zar Paolo I.

Galleria fotografica[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]