Tempi migliori (film 1919)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tempi migliori
Titolo originale Better Times
Paese di produzione USA
Anno 1919
Durata 5 rulli (50 min)
Colore B/N
Audio muto
Rapporto 1,33 : 1
Genere drammatico
Regia King Vidor
Soggetto King Vidor
Sceneggiatura King Vidor
Casa di produzione Brentwood Film Corporation
Fotografia William Thornley
Interpreti e personaggi

Tempi migliori (Better Times) è un film muto del 1919 diretto da King Vidor e interpretato da ZaSu Pitts. In un piccolo ruolo, Julanne Johnston, che girerà poi, nel ruolo della principessa, Il ladro di Bagdad del 1924.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nancy, la figlia di un albergatore una volta molto noto e ora quasi rovinato, conosce Peter, un cliente, di cui si innamora. I due si mettono in affari insieme, ma un giorno lei pensa di essere stata tradita e lo lascia. Intanto suo padre si suicida dopo aver perso l'albergo al tavolo da gioco. Con i soldi dell'eredità, Nancy finisce gli studi. Tutte le sue compagne di studi ricevono molte lettere, mentre nessuno scrive a lei. Così si inventa di essere in corrispondenza con un famoso giocatore di baseball. Le studentesse, incredule, la portano a una partita per sbugiardarla. Ma Nancy si rende conto che il giocatore è proprio Peter: allora scavalca la ringhiera e si getta tra le sue braccia.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese degli esterni vennero girate a Pasadena, nell'Oak Knoll District.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Distribuito dalla Robertson-Cole Distributing Corporation, il film uscì in sala il 13 luglio 1919.

Date di uscita[modifica | modifica wikitesto]

  • USA 13 luglio 1919
  • Portogallo 23 dicembre 1925

Alias

  • Better Times USA (titolo originale)
  • Melhores Tempos Portogallo
  • Tempi migliori Italia
  • Tiempos mejores Venezuela

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Variety, 3 marzo 1919:
King Vidor è sia autore che regista. Nel complesso è un lavoro ben fatto, benché sia opinione di chi scrive questa recensione che la produzione sarebbe stata migliore se ci fosse stata meno farsa e più commedia schietta e coinvolgente.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • La grande parata - Il cinema di King Vidor a cura di Sergio Toffetti e Andrea Morini, Lindau 1994
cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema