Televisione in Svizzera

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La televisione in Svizzera è stata introdotta negli anni cinquanta del Novecento. Le persone che vivono in Svizzera e ricevono i servizi televisivi sono tenuti per legge al pagamento di un canone televisivo, che viene utilizzato per finanziare la radio e la televisione di servizio pubblico della SRG SSR idée suisse. I contribuenti in tutte le regioni linguistiche della Svizzera pagano (dati 2010) per la ricezione privata 169,00 franchi annui per la sola ricezione radiofonica, 289,40 franchi annui franchi per la sola ricezione televisiva, 458,40 franchi annui per entrambe le ricezioni.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La storia della televisione della Svizzera è iniziata nel 1939 quando ci fu una sperimentazione. Le trasmissioni regolari sono iniziate nel 1953, dapprima solo per un'ora al giorno per cinque giorni alla settimana, solo in lingua tedesca: le trasmissioni in lingua francese sono iniziate nel 1954 e in italiano nel 1958. Gli svizzeri di lingua romancia dovettero attendere fino al 1963 per il primo programma nella loro lingua, un decennio dopo la trasmissione televisiva regolare. Nessun canale televisivo trasmette esclusivamente in lingua romancia.

Gli anni sessanta hanno visto anche l'arrivo della pubblicità televisiva, nel 1964, quindi della televisione a colori, nel 1968.

Nel 1984 è stato avviato SwissTXT, un servizio di teletext. Nel 1993 è stato creato un quarto canale della SRG SSR, prima chiamato "S Plus", più tardi rinominata Svizzera 4. Tuttavia fu di breve durata: nel corso della sua esistenza il canale costantemente soffriva di bassi ascolti e venne quindi chiuso nel 1997. Nello stesso anno tutte le società SRG SSR hanno avviato un secondo canale, SF 2, TSR 2 e TSI 2.

La televisione analogica è stata eliminata a partire da luglio 2006, quando TSI (poi RSI) ha iniziato la switch off analogico. Il processo continuò fino a gennaio 2008, quando l'interruzione delle trasmissioni analogiche nel Vallese e nello Chablais hanno completato la transizione al digitale terrestre in Svizzera.

Elenco dei canali[modifica | modifica sorgente]

Nazionali[modifica | modifica sorgente]

Nella Svizzera tedesca[modifica | modifica sorgente]

Nella Svizzera francese[modifica | modifica sorgente]

Nella Svizzera italiana[modifica | modifica sorgente]

Canali regionali[modifica | modifica sorgente]

Televisione via cavo[modifica | modifica sorgente]

Nell’ottanta per cento dei nuclei familiari svizzeri è possibile ricevere il segnale radio e TV via cavo. L’offerta varia da un operatore all’altro che sono tutte società private. I principali operatori della televisione via cavo sono Naxoo e UPC Cablecom. I canali ricevibili via cavo sono: arte, 3sat, Euronews, TV5MONDE, ARD, ORF eins, France 2, Rai 1. Tutti gli operatori di televisione via cavo in Svizzera sono obbligati a diffondere i seguenti canali:

Canali internazionali[modifica | modifica sorgente]

Attraverso la televisione via cavo si possono ricevere anche canali televisivi stranieri:

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]