Teetèto (matematico)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Teetèto (in greco antico Θεαίτητος; Atene, 415 a.C./413 a.C.369 a.C./368 a.C. circa) è stato un matematico e filosofo greco antico.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Fu discepolo del matematico Teodoro e scolaro di Platone, a lui è attribuita la dimostrazione e la costruzione dei cinque Poliedri regolari e della scoperta di due di essi: l'ottaedro e l'icosaedro[1][2]. Egli contribuì anche alla teoria delle grandezze irrazionali.[3][2] Più famoso è il dialogo che Platone gli dedicò: il Teeteto.

Poliedri regolari[modifica | modifica wikitesto]

I due poliedri regolari attribuiti a Teeteto sono l'ottaedro e l'icosaedro.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Teeteto www.treccani.it URL consultato il 20-02-2012
  2. ^ a b (EN) George Johnston Allman, Greek Geometry from Thales to Euclid, Hodges, Figgis, & Company, 1889, p. 206.
  3. ^ Teeteto www.riflessioni.it URL consultato il 20-02-2012

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN29367789 · LCCN: (ENno2009006261 · GND: (DE119176688