Teddy Ruxpin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Teddy Ruxpin è un orsacchiotto parlante in tecnologia animatronica creato da Ken Forsse con la successiva assistenza di Larry Larsen e John Davies.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Fu prodotto per la prima volta nel 1985 dalla manifattura di giocattoli Worlds of Wonder. Teddy muoveva gli occhi e la bocca rispondendo agli impulsi di una audiocassetta infilata in un mangianastri presente sul suo retro. Fu prodotto anche un secondo pupazzo, chiamato Grubby (una sorta di millepiedi di peluche) che poteva connettersi a Teddy; ciò consentiva una (minima) interazione tra i due pupazzi. Oltre questi, fu prodotta una lunga serie di pupazzi non animati legati alle storie narrate da Teddy Ruxpin, come gli uccelli Fobs, lo yeti Wooly Whatsit, la malvagia lucertola Tweeg, il mostriciattolo L.B. Bounder.

Nel 1988 la World of Wonders, che aveva acquistato innumerevoli titoli spazzatura prima del lunedì nero del 1987, finì in bancarotta e nel 1991 fu liquidata.

La linea di giocattoli Teddy Ruxpin fu acquistata dalla Playskool, che la produsse fino al 1996 utilizzando un nuovo design implementato dalla WoW. Questo nuovo design era più piccolo ed utilizzava un nuovo tipo di audiocassette preregistrate, incompatibili con i normali registratori. Sfortunatamente, il nuovo meccanismo si mostrò più facile alla rottura.

Nel 1998, la Yes! Entertainment portò per la terza volta il pupazzo di Teddy Ruxpin nei negozi. Le dimensioni erano le stesse della versione Playschool, con la differenza che erano state ripristinato le audiocassette standard. Questa produzione ebbe tuttavia vita breve, a causa di difficoltà finanziarie e controversie sui diritti.

Nel 2005 la Backpack Toys annunciò una quarta versione di Teddy Ruxpin, che rimpiazzava le audiocassette con supporti elettronici digitali. Questa versione del pupazzo è tuttora disponibile online.

Funzionamento[modifica | modifica sorgente]

Mentre una normale audiocassetta è disegnata per la registrazione stereofonica, con due distinte tracce su entrambi i lati per gli altoparlanti sinistro e destro, una cassetta di Teddy Ruxpin utilizzava le due tracce in maniera diversa: la sinistra conteneva l'audio, la destra i movimenti del giocattolo., Un buco speciale in cima alla cassetta avvertiva l'orsacchiotto che la traccia destra conteneva i dati del movimento. Se il buco non era presente, o era otturato, il mangianastri interpretava la traccia destra come quella di una normale audiocassetta, causando il malfunzionamento del giocattolo, non essendo esso predisposto a tradurre in movimento i normali livelli audio di un audiolibro.

I dati di movimento di Teddy Ruxpin movement sono codificati in una serie di impulsi rapidi conosciuti come pulse-position modulation. La traccia contiene gruppi continui di nove impulsi separati da un silenzio. Lo spazio tra un impulso e l'altro, e la lunghezza di ogni spazio, determian la posizione dell'occhio di Teddy e della sua mascella superiore e inferiore. Se la cassetta è fatta girare su un normale mangianastri, uno dei due altoparlanti dell'apparecchio leggerà la traccia audio, mentre l'altra lancerà un forte ronzio (il ronzio è appunto la modulazione del movimento predisposta per il giocattolo).

Uno degli slot è poi predisposto per girare l'audio al pupazzo di Grubby, se esso è collegato a quello di Teddy, e si attiva solo nelle parti del dialogo di cui a parlare è Grubby. Se Grubby non è attaccato, l'audio passa attraverso Teddy.

Serie animata[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Le avventure di Teddy Ruxpin.

Il successo dei giocattoli di Teddy Ruxpin ha portato nella seconda metà degli anni ottanta alla creazione di una serie di cartoni animati, Le avventure di Teddy Ruxpin, basate sulle storie narrate dallo stesso giocattolo.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

animazione Portale Animazione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di animazione