Tecnopolimero

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

I tecnopolimeri, polimeri per ingegneria o engineering plastics[1], sono polimeri dotati di elevate caratteristiche fisico-meccaniche (rigidità, tenacità, duttilità, lavorabilità, resistenza a temperature elevate, a carichi statici e dinamici e all’invecchiamento) tali da consentirne l’utilizzo in sostituzione dei tradizionali metalli. I tecnopolimeri, principalmente termoplastici, presentano struttura cristallina o amorfa e possono diventare trasparenti se sottoposti a stiramento.

Esempi[modifica | modifica sorgente]

I tecnopolimeri più conosciuti ed utilizzati sono :

Altri tecnopolimeri si distinguono, oltre che per le loro caratteristiche tecniche, anche per la loro elevata valenza estetica (ABS, copolimero SAN).

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ IAPD Education Committee, Amorphous and Semi-Crystalline Engineering Thermoplastics, Module 4 in Basic Plastics Education tutorials, International Association of Plastics Distributors. URL consultato il 13 giugno 2012.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]