Teatro Moderno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 42°45′50.3″N 11°06′54.3″E / 42.763972°N 11.115083°E42.763972; 11.115083

Teatro Moderno
Facciata del Teatro Moderno a Grosseto
Ubicazione
Stato Italia Italia
Località Grosseto
Indirizzo Via Tripoli n. 36 - 58100 Grosseto
Dati tecnici
Fossa presente
Capienza 1.002 (sala: 686; galleria: 316) posti
Realizzazione
Costruzione 1965
Architetto Marsili-Cutimi

Il Teatro Moderno è uno dei teatri della città di Grosseto.

Il teatro è stato realizzato originariamente tra il 1948 e il 1949 per volere di Iacopo Giuliano Pucci, che aprì in via Tripoli il Cinema Teatro Moderno, con una capienza di circa 500 spettatori. Nel 1957 fu poi dato inizio alla fase di progetto per un ampliamento della sala e l'attuale teatro è stato quindi costruito tra il 1963 e il 1966 su progetto degli ingegneri Cesare Billi, Teseo Cutini, Lamberto Marsili e Mario Santini. Nel 2005 il cinema-teatro cessò la sua attività e nel 2007 fu acquistato dal Comune di Grosseto.[1]

Con i suoi 1.000 posti costituisce uno spazio teatrale di vaste dimensioni, il maggiore in città, provvisto di una torre scenica ampia e ben attrezzata e di una buca d'orchestra. Per le sue caratteristiche e per la sua attività, sia cinematografica che teatrale, costituisce una delle realtà più importanti nel contesto cittadino e ospita, assieme al Teatro degli Industri, la stagione teatrale dell'amministrazione comunale.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Mariagrazia Celuzza, Mauro Papa, Grosseto visibile, Edizioni Effigi, Arcidosso, 2013, p. 218.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]