Teatro Manzoni (Milano)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Teatro Manzoni
Ubicazione
Stato Italia Italia
Località Milano
Indirizzo Via Manzoni 42, Milano
Dati tecnici
Capienza 840 posti
Realizzazione
Costruzione XX secolo
Inaugurazione 20 ottobre 1950
Architetto Alziro Bergonzo
teatromanzoni.it

Il teatro Manzoni è un teatro di Milano.

Apre i battenti il 15 maggio 1850 in piazza San Fedele con il nome di Teatro sociale di Milano.
Nell'agosto del 1943 un bombardamento alleato distrugge completamente l'edificio di piazza San Fedele. Progettato dall'architetto Alziro Bergonzo e riccamente decorato di varie opere d'arte, il teatro riapre il 20 ottobre 1950, sette anni dopo la sua distruzione, spostandosi però in via Manzoni.

La gestione del nuovo Manzoni è affidata a Remigio Paone, noto impresario milanese, con la passione per la rivista e il teatro musicale già direttore del Teatro Nuovo di Milano. Dopo Paone, la direzione passa ad Adolfo Smidele, il quale instaurerà un gemellaggio con il teatro stabile di Genova e dal quale prenderà molti spettacoli. In commemorazione di Renato Simoni, morto nel 1952, il teatro diviene "teatro della Via Manzoni - Renato Simoni", ma i cittadini milanesi cominciano a chiamarlo solamente con il vecchio nome Manzoni. Nel 1967 la gestione del Manzoni viene affidata a Carlo Alberto Cappelli, editore Bolognese e Garinei e Giovannini, un duo di commediografi appassionati di rivista e teatro leggero.

Nel 1978 il teatro è diventato di proprietà della Fininvest, che ne affida la direzione artistica a Luigi Foscale, che lo gestirà per più di venti anni. La gestione Foscale si caratterizza per il ritorno del teatro Manzoni alla prosa e ai grandi spettacoli.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]