Teanina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Teanina
Theanine.png
Theanine3dSF.png
Nome IUPAC
N-etil-L-glutammina
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare C7H14N2O3
Massa molecolare (u) 174.20
Numero CAS [3081-61-6]
PubChem 439378
Proprietà chimico-fisiche
Temperatura di fusione 117
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
irritante

attenzione

Frasi H 317
Consigli P 280 [1]

La teanina è un amminoacido che si trova comunemente nel tè (infuso di Camellia sinensis). È correlata alla glutamina, e può attraversare la barriera emato-encefalica[2]. Per questo motivo, ha delle proprietà psicoattive[3]. Da non confondere con la teina, sinonimo di caffeina.

Effetti sul cervello[modifica | modifica sorgente]

È stato dimostrato che la teanina riduce lo stress mentale e fisico[4], può produrre una sensazione di rilassamento[5] e migliora la sfera cognitiva e caratteriale se assunta in combinazione con caffeina[6].

Si pensa che la teanina produca questi effetti incrementando la produzione di GABA. Inoltre la teanina incrementa i livelli di dopamina nel cervello ed ha affinità micromolari per i recettori AMPA, Kainato ed NMDA. Il modo in cui la teanina interagisca con i livelli di serotonina è ancora luogo di dibattito nella comunità scientifica.[7]. È stato inoltre scoperto che iniettando teanina in topi spontaneamente ipertesi, questa abbassava i livelli di 5-idrossiindoli nel cervello[8]. I ricercatori pensano che la teanina possa inibire la eccitotossicità dell'acido glutammico[7]. Infine la teanina promuove la produzione di onde alfa cerebrali[3].

Dosi estremamente elevate, anche ripetute, di teanina causano effetti non dannosi oppure non causano effetti fisici e psichici[9]. Su ratti da laboratorio, la teanina ha mostrato effetti neuroprotettivi[10].

Effetti sul sistema immunitario[modifica | modifica sorgente]

La L-teanina potrebbe migliorare la risposta immune dell'organismo alle infezioni potenziando l'attività dei linfociti T gamma delta[11]. Non esistono studi sull'uso in gravidanza anche se gli studi di teratogenicità (fonte Toxnet) non hanno segnalato effetti mutageni.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Sigma Aldrich; rev. del 05.10.2012
  2. ^ Yokogoshi H, Kobayashi M, Mochizuki M, Terashima T, Effect of theanine, r-glutamylethylamide, on brain monoamines and striatal dopamine release in conscious rats in Neurochem Res, vol. 23, nº 5, 1998, pp. 667-73, PMID 9566605.
  3. ^ a b Gomez-Ramirez M, The Deployment of Intersensory Selective Attention: A High-density Electrical Mapping Study of the Effects of Theanine in Clin Neuropharmacol, vol. 30, nº 1, pp. 25-38, PMID 17272967.
  4. ^ Kimura K, Ozeki M, Juneja L, Ohira H, L-Theanine reduces psychological and physiological stress responses in Biol Psychol, vol. 74, nº 1, 2007, pp. 39-45, PMID 16930802.
  5. ^ Lu K, Gray M, Oliver C, Liley D, Harrison B, Bartholomeusz C, Phan K, Nathan P, The acute effects of L-theanine in comparison with alprazolam on anticipatory anxiety in humans in Hum Psychopharmacol, vol. 19, nº 7, 2004, pp. 457-65, PMID 15378679.
  6. ^ Haskell CF, Kennedy DO, Milne AL, Wesnes KA, Scholey AB, The effects of l-theanine, caffeine and their combination on cognition and mood in Biol Psychol, vol. 77, nº 2, 2008, pp. 113–22, DOI:10.1016/j.biopsycho.2007.09.008, PMID 18006208.
  7. ^ a b Nathan P, Lu K, Gray M, Oliver C, The neuropharmacology of L-theanine(N-ethyl-L-glutamine): a possible neuroprotective and cognitive enhancing agent in J Herb Pharmacother, vol. 6, nº 2, 2006, pp. 21-30, PMID 17182482.
  8. ^ Yokogoshi H, Kato Y, Sagesaka YM, Takihara-Matsuura T, Kakuda T, Takeuchi N, Reduction effect of theanine on blood pressure and brain 5-hydroxyindoles in spontaneously hypertensive rats. in Biosci Biotechnol Biochem., vol. 59, nº 4, 1995, pp. 615-618, PMID 7539642.
  9. ^ Borzelleca J, Peters D, Hall W, A 13-week dietary toxicity and toxicokinetic study with L-theanine in rats in Food Chem Toxicol, vol. 44, nº 7, 2006, pp. 1158-66, PMID 16759779.
  10. ^ Egashira N, Ishigami N, Pu F, et al, Theanine prevents memory impairment induced by repeated cerebral ischemia in rats in Phytother Res, vol. 22, nº 1, 2008, pp. 65–8, DOI:10.1002/ptr.2261, PMID 17705146.
  11. ^ Kamath A, Wang L, Das H, Li L, Reinhold V, Bukowski J, Antigens in tea-beverage prime human Vgamma 2Vdelta 2 T cells in vitro and in vivo for memory and nonmemory antibacterial cytokine responses in Proc Natl Acad Sci U S A, vol. 100, nº 10, 2003, pp. 6009-14, PMID 12719524.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia