Team Bondi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Team Bondi
Stato Australia Australia
Fondazione 2003
Fondata da Brendan McNamara
Chiusura 2011
Sede principale Australia Sydney, Australia
Settore Videogiochi
Prodotti L.A. Noire
Sito web www.teambondi.com

Team Bondi era una azienda australiana indipendente di videogiochi. La compagnia è stata fondata nel 2003. Brendan McNamara, che era stato il direttore dello sviluppo del SCE Soho Studio a Londra, e anche scrittore e direttore di The Getaway, che ha fatto registrare delle vendite milionarie, oltre 4 milioni ha venduto il gioco su PlayStation 2, facendo riscontrare un buon successo. Il Team, che ha da poco lanciato lo straordinario successo di L.A. Noire, il 5 ottobre 2011 ha chiuso a causa dei numerosi debiti accumulati in sette anni di sviluppo e delle ripetute denunce dei dipendenti sulle condizioni e gli orari di lavoro.

Informazioni su Team Bondi[modifica | modifica sorgente]

Il team venne fondato da Brendan McNamara, ex capo del SCE Soho Studio.

Situato in Sydney, Australia, Team Bondi fu un indipendente sviluppatore con un accordo esclusivo con Sony Computer Entertainment America che produsse dei 3 titoli per la PlayStation 3. Il team fu composto da 100 dipendenti fra cui artisti, programmatori, progettisti, ecc. Prima della sua chiusura contò più di 80 dipendenti.

L.A. Noire[modifica | modifica sorgente]

L.A. Noire è il primo progetto sviluppato dal Team Bondi, il produttore del gioco sarà Rockstar Games ed è in sviluppo per PlayStation 3 e Xbox 360. È un detective thriller situato in Los Angeles nel 1947.È stato pubblicato il 17 maggio 2011 negli Stati Uniti e per il 20 maggio 2011 in Europa. La Complete Edition del gioco, comprendente tutti i dlc fino ad ora usciti, che è uscita l'11 novembre per PC, PlayStation 3 e Xbox 360

La chiusura[modifica | modifica sorgente]

Il 5 ottobre 2011 Team Bondi ha chiuso a causa dei debiti accumulati nei sette anni di sviluppo del titolo e delle ripetute denunce dei dipendenti sulle condizioni e gli orari di lavoro. I dipendenti accusano i supervisori di aver usato il "Crunch", una tecnica che consiste nel chiudere in ufficio gli sviluppatori fino al compimento di un obiettivo. La Rockstar avrebbe messo a disposizione del team tanto denaro e corretto tanti errori del gioco e di essersi accorta però di aver fatto la scelta sbagliata data la scarsa organizzazione del Team che la Rockstar voleva trasformare in una vera e propria filiale.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]


Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]