TeaMp0isoN

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

TeaMp0isoN è un gruppo di hacker.

Nascita[modifica | modifica wikitesto]

Secondo Don di ZHC (ZCompany Hacking Unit) hanno cominciato nel 2008. Nel 2010 sempre secondo TriCk, il sedicenne hacker ha reclutato hacker per fondare la sua crew TeaMp0isoN.[1]

Facebook[modifica | modifica wikitesto]

Nel gennaio 2011 strani aggiornamenti di stato non autorizzati sono stati pubblicati dal profilo di Mark Zuckerberg e quello del Presidente Francese Nicolas Sarkozy nel famoso social network Facebook. Il 25 gennaio, un portavoce di Facebook ha riconosciuto il bug nel loro sistema e ha dichiarato che è stato risolto. Qualche giorno dopo The Daily Beast ha riferito che TeaMp0isoN (TriCk ed altri membri) ha dichiarato di aver sfruttato un bug nel sito durante la vigilia del precedente Capodanno, consentendo loro di inviare aggiornamenti di stato non autorizzati.[1]

Tony Blair e la sua rubrica privata[modifica | modifica wikitesto]

Il gruppo ha pubblicato in Pastebin quello che sembrava essere la rubrica e altri dati privati dell'ex primo ministro britannico Tony Blair, nel giugno 2011. Secondo TeaMp0isoN i dati sono stati ottenuti in origine "tramite un exploit privato" nel dicembre 2010. Secondo il portavoce di Blair i dati non sono stati ottenuti da Blair, ma direttamente dall'account di posta elettronica personale del suo ex agente.[2]

LulzSec e Anonymous[modifica | modifica wikitesto]

Il gruppo è un rivale di LulzSec ed affermano che non meritano tutta l'attenzione dei media, in quanto le loro abilità hacking sono poche. Un altro membro del gruppo, Hex00010, li ha definiti script kiddies.[3]

TeaMp0isoN rilasciato i dati personali dei vari membri presunti LulzSec, insieme alle informazioni sul server IRC AnonOps, inclusi gli indirizzi IP, password e hash. Si è discusso che questo è uno dei fattori che hanno portato alla scioglimento di LulzSec, ed ha anche portato a vari arresti.[4] Il sito web del presunto membro di LulzSec, JoePie91, è stato defacciato da TeaMp0isoN (da TriCk and iN^SaNe) [[5]

BlackBerry[modifica | modifica wikitesto]

Durante i Disordini in Inghilterra del 2011 si è creduto che il servizio BlackBerry Messenger sia stato utilizzato dai saccheggiatori per collaborare. Il gruppo ha defacciato il blog ufficiale di BlackBerry come risposta a [Research In Motion] (RIM), la casa produttrice del BlackBerry, promettendo di cooperare con la polizia britannica e del governo. TeaMp0isoN ha dichiarato inoltre: "Siamo tutti con i rivoltosi che si stanno impegnando in attacchi contro polizia e governo."[6]

Dati persi dal Governo[modifica | modifica wikitesto]

L'8 agosto 2011, TeaMp0isoN ha rilasciato le password di amministratore di un sito web ospitato dalla NASA, dopo aver sfruttato una vulnerabilità presente in vBulletin con un attacco di SQL injection.[7]

Operazione Robin Hood[modifica | modifica wikitesto]

In risposta a Occupy Movement, un annuncio on-line sostiene che TeaMp0isoN si sia unito ad Anonimo per lanciare l'operazione Robin Hood, con l'intenzione di defacciare siti web, ottenere carte di credito e fare donazioni alle organizzazioni di attivisti, mentre le banche dovrebbero rimborsare gli account violati.[8][8][9]

Nazioni Unite[modifica | modifica wikitesto]

Nel novembre del 2011, TeaMp0isoN ha pubblicato più di 100 nomi e dettagli di login, che dicono siano stati ottenuti dal Programma delle Nazioni Unite per lo Sviluppo. Secondo un portavoce del UNDP i dati sono stati estratti da "un vecchio server che contiene dati vecchi".[10]

Chiama ai servizi segreti londinesi MI6[modifica | modifica wikitesto]

In April 2012, Trick, il leader del gruppo, utilizzando uno script intelligente, basato sul software Asterisk, in grado di effettuare chiamate agli uffici dell'Agenzia per 24 ore non-stop, ha chiamato gli uffici del MI6 a Londra ed ha iniziato a prenderli in giro.[10]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b The Mujahideen Hackers Who Cleanse Facebook Up. URL consultato il 13 luglio 2011.
  2. ^ LulzSec sails into sunset as TeaMp0isoN terrorizes Internet in International Business Times. URL consultato il 6 ottobre 2011.
  3. ^ Eric Mack, Hacker Civil War Heats Up in PC World, IDG, 24 giugno 2011. URL consultato il 25 giugno 2011 (archiviato dall'url originale il 25 giugno 2011).
  4. ^ TeaMp0isoN releases personal details of former LulzSec members. URL consultato il 17 luglio 2011.
  5. ^ LulzSec Hacked by TeaMp0isoN.
  6. ^ BBC News – England riots: Hackers hit Blackberry over police help, BBC, 10 agosto 2011. URL consultato l'11 agosto 2011.
  7. ^ NASA is Vulnerable, SQL injection.
  8. ^ a b https://www.youtube.com/watch?v=njONcmb81r0 Anonymous - #OpRobinHood
  9. ^ 'Operation Robin Hood': The hacker scheme to fund Occupy, 1º dicembre 2011.
  10. ^ a b United Nations Hacking Attack Investigated.