Tassa sul cane

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Una marca per tassa sul cane (dog licence) usata in Irlanda nel 1904 che raffigura un Levriero irlandese.

Una tassa sui cani è o è stata presente in molti dei Paesi occidentali più avanzati. Solitamente si presenta nella forma di licenza onerosa a carico del proprietario per poter mantenere la disponibilità dell'animale.

L'obiettivo tassativo, indirizzato a coprire finanziariamente parte delle esternalità negative che l'animale arreca al resto della comunità (sotto forma ad esempio di sporcizia, inquinamento acustico ed incidenti di aggressione) non è l'unica ragione per la quale tale tassa trova applicazione. La correlata assegnazione di una piastrina identificativa da apporre all'animale, assieme a variazioni dell'importo della tassa per il tipo o la funzione del cane in oggetto, permettono un più dettagliato censimento della popolazione canina (laddove ad esempio, un cane castrato è soggetto ad un'imposta minore) e una più stretta lotta all'abbandono ed alla mancata vaccinazione, a tutto vantaggio del benessere proprio degli animali.

Lista di alcuni Stati in cui è presente una tassa o licenza per poter detenere un cane[modifica | modifica wikitesto]

Australia[modifica | modifica wikitesto]

Licenze per detenere i cani sono obbligatorie e definite da Stati e Territori ma incassati dalle comunità locali (ad esempio città o "shire councils").Quindi il costo di una licenza e le sue modalità variano. Qualche area, come lo stato del Victoria, ha prescrizioni molto stringenti prevedendo l'utilizzo di un microchip e l'obbligo di licenza anche per poter possedere un gatto.

Canada[modifica | modifica wikitesto]

La licenza per detenere un cane è obbligatoria.

Germania[modifica | modifica wikitesto]

La proprietà dei cani è regolata dal pagamento di una specifica tassa locale (da versare alla municipalità di appartenenza), di importo mutevole a seconda della razza di cane posseduto: cani classificati come pericolosi, ad esempio i Rottweilers, pagano una tassa di importo più elevato. Nel 2008 il totale versato alle municipalità tedesche grazie alla tassa sul cane è ammontato a 247 milioni di Euro. Considerando il fatto che nel 2008 la popolazione tedesca ammontava a circa 80 milioni di abitanti con un semplice calcolo matematico si può dedurre che i tedeschi in media paghino 3 euro (ciascuno) l'anno per la detenzione del proprio cane.

Irlanda[modifica | modifica wikitesto]

La licenza per detenere un cane è obbligatoria e, al 2011, ammonta a €20.00 ad animale all'anno, €140 per una licenza a vita per un singolo cane. Anche una licenza che permette (se alcune circostanze sono rispettate) di detenere un numero indeterminato di cani è disponibile al costo di €400.

Irlanda del Nord[modifica | modifica wikitesto]

La licenza per detenere cani è obbligatoria e regolamentata dal "Dogs Order 1983". Ad Ottobre 2011 il costo della licenza ammontava a £12.50 all'anno, con riduzioni per pensionati e padroni di cani castrati.

Nuova Zelanda[modifica | modifica wikitesto]

Secondo il "Dog Control Act" del 1996 tutti i cani che abbiano superato i 3 mesi di vita devono essere registrati nella città o distretto in cui si risiede. Tutti i cani registrati per la prima volta a partire dal primo luglio 2006 devono essere dotati anche di microchip. I cani sono classificati per razza e gradi di aggressività. I canoni dovuti per animali utilizzati a scopo di utilità sociale sono molto bassi o addirittura nulli.

USA[modifica | modifica wikitesto]

La maggior parte degli Stati, municipalità o altri tipi di giurisdizioni richiedono una licenza la cui durata non può superare quella della copertura vaccinale. In modo da prevenire una sovrappopolazione di cani, qualche giurisdizione impone una tassa per la licenza di molto inferiore se il proprietario presenta prova veterinaria che il cane sia stato sterilizzato o castrato. California e Maryland comprendono anche aree in cui è necessaria una licenza per gatti.