Tarn (lago)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Azione glaciale che forma un tarn.
Nella foto (a cominciare dal primo piano verso il fondo) ci sono i tarn chiamati Robert, Mackenzie e Johnston (Tarn Shelf, Mt Field National Park, Tasmania, Australia). I tarn si sono formati dall'erosione glaciale.[1]

Un tarn (pronuncia: tɑːn) o, in lingua scozzese, corrie loch (lett. lago di circo), è un lago o laghetto montano, formatosi in un circo scavato da un ghiacciaio. Una morena può formare una diga naturale sì da non permettere il suo deflusso a valle.[2]

La parola è derivata dall'antico norreno tjörn che significa "stagno, laghetto". Il significato più specifico del termine come "lago di montagna" si denota nell'uso riferito comunemente a tutti gli stagni e laghetti situati nelle zone montagnose del nord dell'Inghilterra, in particolare nella Cumbria. Qui, però, il termine tarn mantiene un uso più ampio, riferito a qualsiasi laghetto o stagno, a prescindere dalla sua posizione e origine.[3]

Nelle lingue scandinave un tjern o tjärn, tärn o tjørn è un laghetto naturale, spesso situato in una foresta o circondato da vegetazione, la quale può crescere anche nel laghetto stesso.

Galleria[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Mt Field National Park: Landforms, Flora and Fauna, Parks and Wildlife Service Tasmania. URL consultato il 12-05-2009.
  2. ^ (EN) Illustrated Glossary of Alpine Glacial Landforms. URL consultato il 05-08-2007.
  3. ^ (EN) Fresh Water Tarns in Cumbria Wildlife Trust. URL consultato il 05-08-2007.
    Copia archive.org: (EN) Fresh Water Tarns, Cumbria Wildlife Trust. URL consultato il 31 dicembre 2010.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]