Tappezzeria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Con il termine tappezzeria si indicano: la tecnica di arte-artigianato di rivestimento di pareti, parti di mobili o interni di veicoli[1]; i tessuti, i pellami o la carta da parati utilizzati per rivestire e il laboratorio in cui il tappezziere svolge l'attività artigianale[2].

Sofà rivestito in damasco rosso, John H. Belter 1850

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Prende il nome dal francese tapisser (foderare), dal latino tapes (coperta da letto)[3], anche se il termine francese Tapisserie oggi indica un pannello tessuto con figurazioni che in italiano si chiama arazzo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'origine dell'uso di tappezzerie è da cercarsi in oriente, reperti emergono dalle tombe egizie, l'Esodo cita i tessuti decorati con raffigurazione all'interno del Tempio di Gerusalemme, Omero quelli tessuti da Penelope, Apollonio quelli dei templi di Babilonia[4].

In Francia già nel VIII secolo d.C., si tessevano stoffe decorate per le chiese, l'uso delle tappezzerie si diffuse nelle dimore signorili solamente dopo le crociate.

Materiali[modifica | modifica wikitesto]

Tessuti[modifica | modifica wikitesto]

Pellami[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ TAPPEZZERIA - Dizionario Italiano online Hoepli - Parola, significato e traduzione
  2. ^ Tappezzeria: Definizione e significato di Tappezzeria – Dizionario italiano – Corriere.it
  3. ^ http://books.google.it/books?id=ceatFM4h-xkC&pg=PA267&lpg=PA267&dq=etimologia+tappezzeria&source=bl&ots=lpLncfyMTl&sig=coiGtOuWuym5fOX_qB2064dCAj4&hl=it&sa=X&ei=sgrLUviJBMmJ7Abv8IBw&ved=0CEwQ6AEwCA#v=onepage&q=etimologia%20tappezzeria&f=false
  4. ^ Tappezzeria in “Enciclopedia Italiana” – Treccani

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]