Tapirus terrestris

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Tapiro del Sudamerica
Flachlandtapir.jpg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 VU it.svg
Vulnerabile
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Perissodactyla
Famiglia Tapiridae
Genere Tapirus
Specie T. terrestris
Nomenclatura binomiale
Tapirus terrestris
Linnaeus, 1758
Areale

Tapirus terrestris range.png

Il tapiro del Sudamerica (o tapiro) è una delle quattro specie rappresentanti la famiglia Tapiridae, insieme al tapiro di montagna, al tapiro di Baird e il tapiro dalla gualdrappa.

Aspetto fisico[modifica | modifica sorgente]

Il tapiro del Sudamerica è di colore marrone scuro, con una striscia marrone chiaro su guance, gola e petto. Ha corporatura tozza, arti robusti con zampe terminanti con tre dita e una bassa criniera che lo attraversa dal capo alla schiena. Il muso è allungato e termina con la caratteristica proboscide; le orecchie hanno la punta bianca.
Il tapiro del Sudamerica può raggiungere la lunghezza di 2 metri (più la coda, di 50 cm ca.), l'altezza al garrese di un metro e i 250 chilogrammi di peso. La sua vita media è di 25-30 anni.

Un tapiro sudamericano in un giardino zoologico

Comportamento[modifica | modifica sorgente]

Il tapiro del Sudamerica preferisce gli habitat lungo i corsi d'acqua, dove, grazie alla sua abilità nel nuoto, può sfuggire facilmente ai suoi nemici naturali (puma e giaguari).
Questo mammifero vive la sua vita di notte, brucando in modo selettivo l'erba e mangiando le foglie dalle piante basse e dalle alghe. Di giorno riposa lungo le rive dei fiumi.
La femmina del tapiro del Sudamerica, dopo una gestazione di 13 mesi, dà alla luce un piccolo, qualche volta due.

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Il tapiro del Sudamerica è diffuso nella parte a est delle Ande, dalla Colombia al sud del Brasile e al Paraguay. Lo si può trovare soprattutto nella foresta amazzonica, ma talvolta si spinge fino ai campi coltivati. Ama l'acqua, ma non al livello del tapiro dalla gualdrappa.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

Il Tapiro d'Oro è un premio satirico creato nel 1996 da Antonio Ricci per la sua trasmissione Striscia la notizia, e consiste in una rappresentazione dorata del mammifero sudamericano, poggiato su una base in polistirolo e dalla targhetta riportante il nome "tapiro d'oro".

Uno dei personaggi di Uffa! che pazienza!, Luisella è un tapiro.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi