Tapani Niku

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tapani Niku
Dati biografici
Nazionalità Finlandia Finlandia
Altezza 171 cm
Peso 66 kg
Sci di fondo Cross country skiing pictogram.svg
Dati agonistici
Squadra Haapaveden Hiihtäjät
Ritirato 1926
Palmarès
Olimpiadi 0 0 1
Mondiali 0 0 1
Campionati finlandesi 9 2 0
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Tapani Niku (o Karsikas; Haapavesi, 1 aprile 1895Lahti, 6 aprile 1989) è stato un fondista finlandese.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Attivo a partire dagli anni dieci, ottenne il primo successo in carriera vincendo la 30 km dell'Oulun Tervahiihto nel 1915; nella classica di Oulu si sarebbe poi imposto anche nel 1916 - anno in cui vinse anche la sua prima medaglia ai Campionati finlandesi (argento nella 60 km) -, nel 1919, nel 1923 e nel 1925[1].

Nel 1920 vinse la sua seconda medaglia ai Campionati finlandesi e fece il suo debutto internazionale: a Holmenkollen non concluse la 50 km, ma a Åre vinse la 30 km. Nel 1921 bissò il successo di Åre, fu sesto a Holmenkollen e vinse il primo dei suoi nove titoli nazionali, nella 30 km. L'anno dopo fu secondo a Holmenkollen e nel 1923 vinse la 50 km di Lahti, in occasione della prima edizione della classica dello sci nordico[1].

Ai I Giochi olimpici invernali di Chamonix-Mont-Blanc 1924 vinse il bronzo nella 18 km con il tempo di 1:16:26,0, battuto dai norvegesi Thorleif Haug e Johan Grøttumsbråten; non concluse la 50 km. Nello stesso anno vinse la 10 km e la 50 km di Lahti, trofei ai quali l'anno seguente avrebbe aggiunto l'argento nella 10 km e un altro oro nella 50 km[1].

Non ottenne medaglie ai Mondiali di Johannisbad del 1925 (6° nella 50 km, 13° nella 18 km) e nel 1926 concluse la sua carriera agonistica a Holmekollen, dove fu 5° nella 50 km. Dopo il ritiro dalle competizioni lavorò come guardia forestale e produttore di sci[1].

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Olimpiadi[modifica | modifica sorgente]

Campionati finlandesi[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e Scheda Sports-reference. URL consultato il 7 ottobre 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 55398663