Tangata manu

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.


Motu Nui. Vista dalla cima di una scogliera di 250 metri, Orongo.

Il Tangata manu ("uomo uccello"), era il vincitore di una competizione tradizionale sul Rapa Nui (Isola di Pasqua). Il rituale consisteva in una competizione che si teneva annualmente per raccogliere il primo uovo depositato dal manu tara (Onychoprion fuscatus - sterna fuliginosa) dai vicini isolotti (motu, isolotto in idioma rapanui), nuotare di nuovo all' Isola di Pasqua e scalare i pendii del Rano Kau fino al villaggio di Orongo.

Petroglyphs sulle rocce a Orongo.

Mito[modifica | modifica sorgente]

Nella mitologia Rapa Nui, la divinità Makemake era il dio supremo del culto dell'uomo uccello, gli altri tre dei associati con lui erano Hawa-tuu-take-take (Protettore delle uova), la moglie Vie Hoa e Vie Kanatea.

Religione dell'uomo-uccello[modifica | modifica sorgente]

I concorrenti venivano rivelati in sogno o da profezie. Ciascun partecipante doveva nominare un Hopu che nuotasse al Motu Nui e andasse a prendere l'uovo, mentre i concorrenti aspettavano a Orongo. La gara era davvero pericolosa e molti Hopu venivano uccisi da squali, annegavano o cadevano.[1]

Una volta raccolto il primo uovo, la prova finale per gli sconfitti era tornare a Orongo, mentre il vincitore poteva rimanere sul Motu Nui finché non si sentiva spiritualmente pronto a tornare. Al suo ritorno doveva presentare l'uovo al suo protettore, che nel frattempo si era rasato la testa e dipinta di bianco o rosso. Il vincitore veniva dichiarato Tangata-Manu, e doveva sollevare l'uovo nella sua mano e guidare la processione giù per i pendii del Ranu Kau e dell'Anakena se proveniva dalle tribù dell'ovest, del Ranu Raraku se proveniva dalle tribù dell'est. Una volta in dimora veniva tapu (reso sacro) per i successivi 5 mesi; gli era permesso di far crescere le unghie e indossare una parrucca di capelli umani. Al nuovo Uomo-uccello era inoltre dato un nuovo nome, offerte di cibo e altri tributi ( tra i quali il privilegio della sua tribù di essere l'unica a poter raccogliere le uova di uccello e i pulcini dal Moto Nui), e andava in isolamento per un anno in una dimora per cerimonie[2]

Il culto dell' Uomo-uccello fu poi soppresso dai missionari Cristiani intorno al 1860. L'origine del culto e il periodo di nascita sono incerti, come è ignoto anche se il culto rimpiazzasse la precedente religione di origine Moai e se coesistesse con essa. Katherine Routledge ha comunque potuto raccogliere i nomi di 86 Tangata manu.[1]

Nella cultura di massa[modifica | modifica sorgente]

  • Il gruppo musicale Rasputina, nella canzone Oh Bring Back the Egg Unbroken nell'album del 2007, Oh Perilous World, tratta di questa tradizione
  • Il film di Hollywood Rapa Nui dà una visione della competizione, sebbene in un contesto storico errato.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b The Mystery of Easter Island 1919 - Katherine Routledge ISBN 0-932813-48-8
  2. ^ El Ritual del Hombre-Pajaro – the bird-man cult of Rapa Nui by Bob Gosford
Antropologia Portale Antropologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Antropologia