Talisker

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La Distilleria Talisker
« Il linguaggio del Talisker è gaelico ed esperanto. A volte si intinge nel tabacco, e mi chiedo cosa offra questo a una non fumatrice, che persino il gelato a questo gusto deve respingere.

Quando fa freddo, mi riporta a fuochi mai vissuti a Skye, adornata solo da tiepida pioggia nei miei ricordi. Alle battute in un bar di Edimburgo, o alle fedeli visite alla distilleria, per imparare cosa bevono gli angeli scozzesi. Whisky, of course. Un'onda lieve, che porta lontano.[1] »

(Marilena Lualdi, giornalista de La Provincia di Varese)

Talisker è un Island Single Malts Scotch whisky, ovvero un whisky scozzese di puro malto delle isole prodotto dalla Distilleria Talisker, la sola distilleria nell'isola di Skye. La distilleria è gestita dalla United Distillers and Vintners per conto di Diageo, ed è distribuita come parte della loro serie Classic Malts.

Carattere[modifica | modifica sorgente]

Talisker 18 anni

Talisker è conosciuto per il contenuto superiore alla media di torba, e per il suo gusto salato (o piccante). Mentre il marchio è generalmente ben accolto e venduto, l'elevato livello di fenolo e il gusto particolare possono risultare una sfida per il bevitore occasionale. La distilleria ha iniziato a produrre un'edizione speciale per collezionisti nei primi anni del 2000, con 20 e 25 anni di invecchiamento (dove in precedenza erano disponibili solo a 10 e 18 anni). La versione a 25 anni è stata più ampiamente distribuita, pur essendo più costosa di quella a 20 anni, ma entrambe hanno avuto buon successo.

Il malto è torbato ad un livello di fenolo di circa 25 parti per milione (ppm), che è abbastanza elevato. Inoltre, l'acqua utilizzata per la produzione, da Cnoc nan Speireag, scorre su depositi di torba, il che aggiunge ulteriore torbatura al whisky.

Alcuni whisky blended come Johnnie Walker e Drambuie usano Talisker come una componente delle loro miscele; la sua presenza è più rilevante nel Johnnie Walker Green Label 15 anni di puro malto.

Le bottiglie[modifica | modifica sorgente]

  • 10 anni, imbottigliato al di fuori del sito
  • 12 anni, disponibile solo per i membri dell'associazione Friends of the Classic Malts
  • 18 anni, non disponibile in alcune zone
  • 20 anni, produzione limitata di 9.000 bottiglie
  • 25 anni, produzione limitata di 25.000 bottiglie
  • 30 anni, produzione limitata di 2.958 bottiglie
  • Edizione della Distilleria, dopo il tradizionale invecchiamento in botti di quercia americana, subisce un ultimo passaggio in botti che precedentemente hanno contenuto sherry Oloroso
  • 35 anni, disponibile esclusivamente presso la distilleria, al costo di oltre € 600 a bottiglia

Storia[modifica | modifica sorgente]

La distilleria è stata costruita nel 1830 da Hugh e Kenneth MacAskill e ampliata nel 1900. Durante questo primo periodo, il whisky è stato prodotto utilizzando una metodo a tripla distillazione, ma si passò alla più convenzionale doppia distillazione nel 1928. La distilleria è stata quasi distrutta da un incendio nel 1960, tuttavia cinque repliche esatte dei distillatori originali sono state costruite in modo da preservare il sapore originale Talisker.

Gli alambicchi

Talisker è stato uno degli whisky preferiti di scrittori come Robert Louis Stevenson e Henry Morton Vollam.

Nella distilleria operano cinque alambicchi: due wash stills, alambicchi per la prima distillazione che separa l'alcool, e tre spirit stills, alambicchi per la seconda distillazione. Tutti gli alambicchi usano classiche serpentine anziché moderni condensatori, allo scopo di dare al whisky un sapore "più pieno" (di per sé indicazione di un tenore di zucchero superiore).

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) Stephan Gabányi, Whisk(e)y, Abbeville Press, Inc., 1997, ISBN 0-7892-0383-9.
  • (EN) James F. Harris & Mark H. Waymack, Single-malt whiskies of Scotland, Open Court Publishing Company, 1992, ISBN 0-8126-9213-6.
  • (EN) Michael Jackson, Michael Jackson's complete guide to Single Malt Scotch, fourth edition, Running Press Book Publishers, 1999, ISBN 0-7624-0731-X.
  • (EN) Jim Murray, The world whiskey guide, Carlton Books Limited, 2000, ISBN 1-84222-006-3.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Il linguaggio del Talisker

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

alcolici Portale Alcolici: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di alcolici