Takeshi Kaneshiro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Takeshi Kaneshiro

Takeshi Kaneshiro (金城武 Kaneshiro Takeshi?, Hanyu Pinyin: Jīnchéng Wŭ) (Taipei, 11 ottobre 1973) è un attore giapponese nato da madre taiwanese e padre giapponese.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Comincia molto giovane a lavorare nel mondo dello spettacolo, fra serie televisive (come in Tian xia, 1988) e spot pubblicitari. Una volta diplomato alla Taipei American High School, decide di dedicarsi completamente alla cinematografia.

Debutta nel 1993 con Xian dai hao xia zhuan, ma è solo l'anno successivo che Kaneshiro si impone all'attenzione del mondo cinematografico. Il famoso regista Wong Kar-wai lo sceglie infatti per il ruolo di Apu nel film Hong Kong Express (Chung hing sam lam), titolo che riscuote un particolare successo anche nel mondo occidentale. La recitazione particolarmente intensa di questo giovane attore, convince lo stesso regista a scritturarlo di nuovo per il suo Angeli perduti (Duo luo tian shi) (1995).

In pochi anni la sua carriera cinematografica fiorisce. La sua doppia origine, cinese e giapponese, ed il fatto di conoscere 5 lingue (mandarino, cantonese e il taiwanese come lingue cinesi, il giapponese e l'inglese), sono fattori che lo hanno aiutato a riscuotere successo in tutto il mondo asiatico.

Nel 1998 partecipa al film Misty, di Kenki Saegusa, remake del più famoso Rashōmon di Akira Kurosawa. Malgrado però il suo successo, in Italia arrivano pochissimi dei suoi film.

Inoltre Kaneshiro tiene molto alla propria vita personale, così che insieme a lui è divenuta famosa anche la sua costante riservatezza: ben poco si sa, quindi, sulla sua vita fuori dai set cinematografici.

Nel 2001 dà la propria voce al videogioco Onimusha. Inoltre il personaggio principale viene disegnato proprio rifacendosi all'attore.

Filmografia parziale[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 116522205 LCCN: no2004008762