Tajakant

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

I Tajakant (anche Tadjakant) sono una tribù Saharawi di origine arabo-berbera. La loro lingua è la hassaniya, che è un dialetto arabo. Tuttavia il nome presenta un'evidente morfologia berbera. Molto probabilmente si tratta di berberi arabizzati.

Il loro territorio[modifica | modifica sorgente]

Vivono tradizionalmente nel Sahara Occidentale e in Algeria. In Algeria i beduini Tajakant rappresentano circa il 4% della popolazione.

La religione[modifica | modifica sorgente]

Come quasi tutti i Nordafricani, anch'essi sono in maggioranza musulmani sunniti, di rito malikita.

La loro storia[modifica | modifica sorgente]

Riguardo alla loro origine, vi è chi sostiene che siano discendenti della dinastia almoravide che governò il Marocco nell'XI secolo.

I Tajakant erano conosciuti come cacciatori e commercianti. Avevano una posizione importante nel commercio trans-sahariano. Nel 1852, dei membri della tribù Tajakant crearono nell'oasi di Tindouf un insediamento e un punto di scambio. Nel 1895 il villaggio fu attaccato da una scorreria della tribù Saharawi dei Reguibat, con i quali i Tajakant erano in contrasto fin dal 1820. Tindouf fu distrutta, e molti dei Tajakant presenti furono uccisi.

Oggi i Tajakant sono prevalentemente stanziali, e sono specializzati in piccoli commerci e in agricoltura e allevamento.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]