Taenite

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Taenite
Classificazione Strunz (ed. 10) 1.AE.10
Formula chimica (Fe,Ni)[1]
Proprietà cristallografiche
Gruppo cristallino monometrico
Sistema cristallino isometrico[1]
Classe di simmetria esottaedrica
Parametri di cella a=7,146, Z=32[1]
Gruppo puntuale 4/m 3 2/m[1]
Gruppo spaziale F m3m[1]
Proprietà fisiche
Densità 7,8-8,22 (misurata), 8,29 (calcolata)[1] g/cm³
Durezza (Mohs) 5-5½[1]
Sfaldatura assente[1]
Frattura malleabile[1]
Colore da bianco argento a bianco grigiastro[1]
Lucentezza metallica[1]
Opacità opaca[1]
Striscio grigio chiaro
Si invita a seguire lo schema di Modello di voce - Minerale

La taenite è un minerale, appartenente al gruppo del ferro, scoperto nel 1861 lungo il fiume Gorge nell'isola del Sud in Nuova Zelanda.[1]

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome deriva dalla parola greca tainia che significa nastro, benda in riferimento all'aspetto schiacciato.

Morfologia[modifica | modifica wikitesto]

La taenite si presenta in granuli o sotto forma di piccoli cristalli non ben formati dispersi in una matrice o anche in masse di grandi dimensioni.[1]

Origine e giacitura[modifica | modifica wikitesto]

Si ritrova soprattutto nelle meteoriti dalle quali emerge in virtù della sua resistenza agli acidi. Si vedano a tal proposito le figure di Widmanstätten.

Particolarità[modifica | modifica wikitesto]

Ha proprietà magnetiche.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i j k l m n John W. Anthony, Richard A. Bideaux, Kenneth W. Bladh, Monte C. Nichols, Handbook of Mineralogy, Chantilly, VA 20151-1110, Mineralogical Society of America.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

mineralogia Portale Mineralogia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mineralogia