Taarof

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Il ta'arof (in persiano تعارف) è un complesso di norme non scritte che, nella cultura iraniana, regola i rapporti fra persone. Si tratta di codici fatti di azioni ed espressioni formulari adatte a ogni occasione, una vera e propria ritualità che copre molti aspetti del vivere quotidiano.[1][2][3]

Fare ta'arof nei confronti di un ospite significa dedicargli ogni attenzione possibile e offrirgli tutto quanto si possa offrire. Questo accade a tavola, così come in altre occasioni, talvolta offrendo anche beni preziosi di cui non ci si vuole realmente privare. Il ta'arof ha un valore altamente simbolico. Dal canto suo, l'ospite sa di essere tenuto a rifiutare ogni offerta, questo per almeno tre volte, finché la sincera insistenza del proprio interlocutore non porti a cedere.[4][5]

Lo stesso accade nei negozi, nei bazaar e per le strade, quando commercianti e taxisti, al momento di essere pagati, sembrano non accettare il denaro. Questi non sono veri rifiuti, ma ta'arof, a cui è necessario rispondere insistendo finché il compenso non sia accettato.[6]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ فرهنگ شناسی(Conoscere la cultura)
  2. ^ l’arte del taarof
  3. ^ Taarof (Persian)
  4. ^ Iranian Culture - Taarof
  5. ^ Taarof in Open Democracy
  6. ^ The Taarof Project

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]