Terence Hanbury White

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da T.H. White)

Terence Hanbury White (Bombay, 29 maggio 1906Atene, 17 gennaio 1964) è stato uno scrittore britannico, noto soprattutto per la serie di romanzi Re in eterno (The Once and Future King), che rappresenta una delle più influenti opere moderne sul mito di re Artù.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Si laureò al Queens' College di Cambridge e per qualche tempo insegnò a Stowe (Buckinghamshire), per poi diventare scrittore a tempo pieno. Amava la caccia e la pesca, era un falconiere e un naturalista.

La sua opera più nota, Re in eterno, è una raccolta di romanzi che reinterpretano la leggenda di Re Artù, principalmente sulla base di Le Morte d'Arthur di Thomas Malory. Ai romanzi di White si devono alcuni degli elementi della leggenda di Artù così com'essa è nota al grande pubblico odierno; dal primo romanzo della serie, in particolare, deriva l'episodio della spada conficcata nella roccia che solo Artù riesce a estrarre. Il romanzo si intitola La spada nella roccia (The Sword in the Stone) e ne fu tratto un omonimo film Disney. Dal ciclo nel suo insieme fu tratto un musical di Broadway, dal titolo Camelot.

White scrisse numerosi altri libri. Mistress Masham's Repose è un libro per bambini in cui una ragazzina incontra un gruppo di lillipuziani (i personaggi immaginari inventati da Jonathan Swift ne I viaggi di Gulliver). Altre opere includono The Master, The Goshawk, The Godstone and the Blackymor, England Have My Bones, The Age of Scandal e The Scandalmonger.

Morì in viaggio, a bordo di una nave ancorata al Pireo di Atene.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Testi

Controllo di autorità VIAF: 19685792 LCCN: n79086367