Tè coreano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Una tazza di omija cha, un tè coreano a base di erbe fatto con le bacche di Schisandra chinensis

Per tè coreano s'intendono vari tipi di tisane, caratteristiche della tradizione coreana, che possono essere servite calde o fredde. Non necessariamente legate al "comune", sono fatte con diverse sostanze, compresi frutti, foglie, radici e grani usati nella medicina tradizionale coreana.

Storia del tè coreano[modifica | modifica wikitesto]

A Gakjeochong, una tomba Goguryeo mostra un cavaliere che beve una tazza di tè insieme a due dame verso il V-VI secolo

La prima testimonianza storica che documenta l'offerta del tè ad un dio ancestrale descrive un rito nell'anno 661, in cui veniva fatta un'offerta di tè allo spirito di re Suro, il fondatore del Regno di Geumgwan Gaya (42-562). Testimonianze della dinastia Goryeo (918-1392) mostrano che nei templi buddisti venivano fatte offerte di tè agli spiriti di monaci riveriti.

Durante la dinastia Joseon (1392-1910), la famiglia reale Yi e l'aristocrazia usavano il tè per riti semplici: il "rito del tè del giorno" era una comune cerimonia quotidiana, mentre il "rito del tè speciale" era riservato a specifiche occasioni. Questi termini non si trovano in altri paesi.

Verso la fine della dinastia Joseon, questa pratica si diffuse anche tra i cittadini comuni, che utilizzarono il tè per i riti ancestrali, seguendo l'esempio cinese basato sul testo di Zhu Xi Formalità della famiglia.

Tipi di tè coreano[modifica | modifica wikitesto]

A base di radici[modifica | modifica wikitesto]

Insam cha[modifica | modifica wikitesto]

L'insam cha (인삼차, 人蔘茶) è un decotto a base di ginseng, che può essere un ginseng non essiccato (수삼, 水蔘), un ginseng essiccato (건삼, 乾蔘) o un ginseng rosso cotto a vapore (홍삼, 紅蔘). Il ginseng intero o tagliato fette viene bollito delicatamente in acqua per alcune ore, e poi si aggiunge miele o zucchero per il gusto. Di solito, la preparazione abituale per l'insam cha prevede 500 ml di acqua e 50 g di ginseng. A volte, quando è bollito si può aggiungere il giuggiolo.

Efficacia: l'insam cha è una bevanda molto calorica, quindi è buono per dare energia, specialmente per qualcuno che prende frequentemente raffreddori in inverno. Ha anche un effetto curativo per il mal di stomaco dovuto alla bassa temperatura corporea. Per le stesse ragioni, però, questo tè non dovrebbe essere consumato da chi abbia una temperatura corporea o una pressione sanguigna elevate.

Danggwi cha[modifica | modifica wikitesto]

Il danggwi cha (당귀차, 當歸茶) è un infuso ottenuto facendo bollire la radice essiccata dell'angelica coreana (angelica sinensis) o dell'angelica gigas. La radice dell'angelica (coreana) viene fatta bollire delicatamente in acqua per alcune ore. A volte, quando è bollita si può aggiungere a piacere la radice di zenzero.

Efficacia: l'angelica coreana è spesso chiamata "ginseng della donna". Infatti, viene impiegata nei disturbi tipicamente femminili, quali leucorrea (perdite bianche), ciclo irregolare e disturbi post-parto. Se consumata a lungo, può curare le dita fredde delle mani o dei piedi. Non dovrebbe essere usata da chi soffre di diarrea.

Saenggang cha[modifica | modifica wikitesto]

Il saenggang cha (생강차, 生薑茶) è un infuso fatto con la radice di zenzero. Questa viene lavata e tagliata a fette senza sbucciarla. La radice affettata è conservata nel miele per alcune settimane. Per fare il tè si aggiunge la miscela di miele e radice di zenzero all'acqua bollente.

Efficacia: il saenggang cha si usa di solito per prevenire i raffreddori ed aiutare la digestione. Ha anche un effetto curativo sulla diarrea ed il mal di stomaco causato da bassa temperatura corporea. Aiuta chi soffre di bassa temperatura corporea dovuta a cattiva circolazione. Questa tisana tuttavia non dovrebbe essere consumata da chi soffre di ulcera gastrica.

Altri[modifica | modifica wikitesto]

  • Chik cha (칡차) - ottenuto con la radice di kuzu
  • Dunggule cha (둥굴레차) - ottenuto con la radice essiccata di sigillo di Salomone
  • Ma cha (마차, 麻茶 or 산약차) - fatto con la radice di canapa.

A base di frutti[modifica | modifica wikitesto]

Mogwa cha
  • Sujeonggwa (수정과, 水正果) - ponch fatto con cachi, zenzero e cannella essiccati
  • Yujacha (유자차, 柚子茶) - tè al limonefoto
  • Kugija cha (구기자차, 枸杞子茶) - fatto con bacche di Goji
  • Daechucha (대추차, 大棗茶) - fatto con jujubesphoto
  • Omija cha (오미자차, 五味子茶): infuso fatto con i frutti essiccati di Schisandra chinensis. l'omija cha si chiama così perché il tè comprende cinque gusti distinti (i 5 gusti della Medicina Tradizionale Cinese): dolce, aspro, salato, amaro e pungente.
  • Maesil cha (메실차, 梅實茶): i frutti verdi di un maesil e lo zucchero sono addizionati di acqua e poi fatti fermentare per circa un mese, prestando attenzione a che non si sviluppi alcool.
  • Mogwa cha (모과차) - il frutto di una Pseudocydonia, o cotogno cinese, viene tagliato a fette e poi conservato e fatto fermentare in una grande ciotola con zucchero ed acqua per circa un mese, facendo attenzione che la miscela non divenga alcolica. A volte si aggiungono piccole formiche rosse per migliorare il sapore ed aumentare la fermentazione.
  • Sansu-yu cha (산수유차, 山茱萸茶) - fatto con il frutto della Cornus officinalis ovvero della Cornus coreana, due varietà di sanguinella.
  • Taengja cha (탱자차, 橙子茶) - il frutto dell'Arancio Trifogliato e lo zucchero sono addizionati di acqua e fatti fermentare per un mese circa.

A base di grani e di semi[modifica | modifica wikitesto]

  • Bori cha (보리차, 菩提茶): tè di orzo tostato
  • Oksusu cha (옥수수차): tè di granturco tostato
  • Hyeonmi cha (현미차): tè di riso tostato
  • Yulmucha (율무차): tè di lacrima di Job
  • Gyeolmyeongja cha (결명자차, 決明子茶): tè fatto con semi tostati di Senna obtusifolia.

A base di foglie[modifica | modifica wikitesto]

  • Bbongnip cha (뽕잎차): foglie essiccate di gelso
  • Gamnip cha (감잎차): foglie essiccate di cachi
  • Solnip cha (솔잎차): aghi di pino
  • Gukhwa cha (국화차,菊花茶) o tè al crisantemo - i fiori del crisantemo selvatico sono conservati nel miele per circa un mese e poi mescolati con acqua calda
  • Ilsulcha (이슬차): foglie di Hydrangea serrata (산수국, 山水菊).

Altri[modifica | modifica wikitesto]

  • Yeongji-beoseot-cha (영지버섯차, 靈芝茶): tè fatto con funghi essiccati di Ganoderma lucidum
  • Songhwa milsu (송화밀수, 松花蜜水): polline di pino e miele sono aggiunti all'acqua
  • Gyulgang cha (귤강차, 橘薑茶): la buccia dei mandarini viene essiccata e pulita e poi bollita in acqua. L'acqua bollita è servita con il miele.
  • Ssanghwa cha (쌍화차, 雙花茶): tè fatto con alcune materie della medicina tradizionale coreana come la radice cotta al vapore ed essiccata della Rehmannia glutinosa Liboschtz (숙지황, 熟地黃), la radice essiccata dell'Angelica gigas (당귀, 當歸), la radice essiccata del Ligusticum officinale Kitag (천궁, 川芎), la radice essiccata della Paeonia obovata Maxim (작약,芍藥), la scorza di cannella, la radice essiccata della Glycyrrhiza glabra L. (감초, 甘草) e la radice dell'Astragalus membranaceus Bunge (황기, 黃芪).
  • Duchung cha (두충차, 杜仲茶): tè fatto con la corteccia dell'albero 'Eucommia ulmoides.
  • Donggyuja cha (동규자차, 冬葵子茶): tè fatto con i semi di Malva verticillata L.
  • Apricot cha (살구나무차): fatto con i noccioli dei semi di albicocca
  • Gamro cha (감로차, 甘露茶): tè fatto con il succo delle foglie di acero, Celtis sinensis, Catalpa ovata e quercia del Daimyo.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Cucina Portale Cucina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cucina