Surgela

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La Surgela era un'azienda alimentare italiana, attiva nella produzione di alimenti surgelati.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Era stata fondata il 29 marzo 1956 con il nome di Industria Frigorifera Vittorugo Mallucci. Nel 1961 diventa Surgela - Industrie Frigorifere e Conserviere della Valle del Tronto, e nel 1963 Industrie Alimentari e Conserviere della Valle del Tronto.

A fine anni '70 fu acquisita dalla SME.

Nel 1982 viene incorporata nella Italgel, e ne divenne un marchio.

Nel 1993 la SME vendette l'Italgel alla Nestlè, ed il marchio Surgela scomparve, assorbito dai marchi Buitoni e Valle degli Orti; nel 2001 lo stabilimento ex-Surgela di Porto d'Ascoli fu venduto al gruppo italiano Foodinvest, dietro l'impegno che Nestlè avrebbe continuato ad acquistare i suoi prodotti per un periodo di cinque anni.

Nel 2009 Foodinvest Verde S.r.l. è stata dichiarata fallita dal Tribunale di Ascoli, e lo stabilimento è stato affittato da Vinfood S.p.A., che ha trasformato la ex-Surgela in Ortofrost S.r.l.. Nonostante gli enormi sforzi fatti per riaprire il sito produttivo da parte della Ortofrost, le istituzioni nella loro globalità non hanno mantenuto le promesse fatte alla nuova cordata, relativamente al ridimensionamento delle tariffe dell'acqua nonché del costo dell'energia elettrica. Nel marzo del 2012, dopo i primi tre anni di nuova gestione, la Ortofrost è stata costretta a chiudere nuovamente lo stabilimento anche perché la dipendenza dal gruppo Nestlè (che dettava regole a 360 gradi) era diventata non più sostenibile sia dal punto di vista economico che finanziario.

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

  • D. Mauro, Crisi Foodinvest, il sindaco convocherà la proprietà, da [1] Riviera Oggi, 10 novembre 2004