Superstars Series

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Superstars Series
Categoria Automobilismo
Nazione Italia / Internazionale
Prima edizione 2004
Pilota campione
(2013)
Gianni Morbidelli (STS)
Thomas Schöffler (GTS)
Squadra campione
(2013)
Romeo Ferraris (STS)
Ferrari Motor Ukraine (GTS)
Sito web ufficiale www.superstars.it

Le Superstars Series sono una serie di competizioni automobilistiche riservate esclusivamente ad automobili derivate dalla serie con motori V8 tra i 3.000 e i 7.000 cm3 di cilindrata che possono raggiungere oltre 450 cv di potenza. Inizialmente concepito per vetture con carrozzeria berlina "a tre volumi", in seguito sono stati ammessi a competere anche alcuni modelli di vetture con carrozzeria coupé.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La competizione era nata come Campionato italiano Superstars nel 2004, organizzata dalla FGSport (stesso organizzatore del Campionato mondiale Superbike) e approvata dalla CSAI. Il regolamento tecnico è realizzato dalla Oral Engineering presieduta da Mauro Forghieri, ex Direttore tecnico della Scuderia Ferrari in Formula 1 ed è ispirato al contenimento dei costi e al massimo bilanciamento delle prestazioni tra i vari modelli ammessi, allo scopo di evitare il dominio di uno di essi e ottenere quindi gare sempre combattute ed interessanti per il pubblico.

Dal 2007 alla serie nazionale è stata affiancata una International Superstars Series, il cui calendari si sovrappongono in gran parte, mentre nel 2010 si è aggiunta la Superstars GT Sprint, una serie riservata alle Gran Turismo con funzione di "evento di supporto".

Una Audi RS4 delle Superstars Series

Prime stagioni[modifica | modifica sorgente]

La competizione si svolgeva inizialmente solo ed esclusivamente in Italia, ma a partire dall'edizione del 2007 si sono aggiunte anche gare sui circuiti europei, in Germania al Nurburgring nel 2007 e a Valencia nel 2008. Con il campionato del 2009 si è aggiunta una gara sul circuito portoghese di Portimao e anche un appuntamento extra-europeo sul circuito sudafricano di Kyalami. A questi due appuntamenti, nel 2010 sono stati aggiunte anche le gare di Hockenheim e di Le Castellet. Dall’anno del suo lancio, il campionato ha evidenziato una crescita esponenziale in termini di vetture al via. A BMW e Jaguar, che nel 2004 avevano tenuto a battesimo l’allora Trofeo CSAI, si sono presto aggiunte anche l’Audi ufficiale e in seguito Cadillac, Chrysler, Mercedes-Benz e Chevrolet.


Regolamento[modifica | modifica sorgente]

Sul fronte sportivo è stato confermato lo svolgimento della doppia gara in ciascun evento, entrambe di 25 minuti più un ulteriore giro, con la possibilità di un secondo pilota. Oltre alle classifiche del Campionato Italiano, dell’International Series e della GT Sprint sono previste anche la classifica Team (riservata ai titolari di Licenza Csai) per ogni campionato, un trofeo per i piloti "Over 48" che non si sono qualificati nei primi 10 nella gara precedente e un trofeo per gli "Under 24" alla prima stagione nel campionato.

Auto eleggibili[modifica | modifica sorgente]

Codice Marca Modello Motore Motori Opzionali
STS-0001/06 Audi RS4 Audi BNS (4.2 litri V8)
STS-0004/06 BMW 550i E60 BMW N62B48 (4.8 litri V8)
STS-0005/08 Cadillac CTS-V GM LS2 (6.0 litri V8) GM LS3 (6.2 litri V8), GM LS7 (7.0 litri V8)
STS-0006/08 BMW M3 E90 BMW S65B40 (4.0 litri V8)
STS-0007/08 Chrysler 300C SRT8 Chrysler Hemi ESF (6.1 litri V8)
STS-0008/08 Mercedes-Benz C63 AMG Mercedes-AMG M156 (6.2 litri V8)
STS-0009/08 Chevrolet Lumina CR8 GM LS3 (6.2 litri V8)
STS-0010/09 BMW M3 E92 BMW S65B40 (4.0 litri V8)
STS-0011/09 Maserati Quattroporte Ferrari M139A (4.2 litri V8) Ferrari M139R (4.7 litri V8)
STS-0012/10 Jaguar XFR Jaguar AJ-133 (5.0 litri V8)
STS-0013/10 Audi RS5 Audi BNS (4.2 litri V8)
STS-0014/10 Porsche Panamera S Porsche M48/20 (4.8 litri V8)
STS-0016/10 Lexus ISF Toyota 2UR-GSE (5.0 litri V8)
STS-0017/12 Mercedes C63 Coupé Mercedes-AMG M156 (6.2 litri V8)
STS-0018/13 Chevrolet Camaro GM LS3 (6.2 litri V8)

Auto non più eleggibili[modifica | modifica sorgente]

Codice Marca Modello Motore Motori Opzionali
STS-0001/04 Audi RS6 Audi BCY (4.2 litri V8 biturbo)
STS-0002/04 BMW M5 E39 BMW S62B50 (4.9 litri V8)
STS-0003/04 Jaguar S-Type R Jaguar AJ-34S (4.2 litri V8)
STS-0015/10 Jaguar XF SV8 Jaguar AJ-34S (4.2 litri V8) Jaguar AJ-133 (5.0 litri V8)

Punteggi[modifica | modifica sorgente]

Stagioni 10° Pole Giro veloce Start point (gara) Start point (qualifica)
2004-2006 20 15 12 10 8 6 4 3 2 1
2007-2008 20 15 12 10 8 6 4 3 2 1 3 2 1
2009-2011 20 15 12 10 8 6 4 3 2 1 1 1
2012-2013 20 15 12 10 8 6 4 3 2 1 1 1 1
2013-presente (GT Sprint) 20 15 12 10 8 6 4 3 2 1 1 1 2 1

Albo d'oro[modifica | modifica sorgente]

Superstars Series[modifica | modifica sorgente]

Anno Italiano Auto Internazionale Auto Team[1] Stars Drivers[2] Rookies[3]
2004 Italia Francesco Ascani BMW M5 E39 Italia CAAL Racing
2005 Italia Tobia Masini Audi RS6 Italia CAAL Racing
2006 Italia Massimo Pigoli Jaguar S-Type R Italia Audi Sport Italia
2007 Italia Gianni Morbidelli Audi RS4 Italia Giuliano Alessi BMW 550i E60 Italia CAAL Racing
2008 Italia Gianni Morbidelli Audi RS4 Italia Stefano Gabellini BMW 550i E60 Italia CAAL Racing
2009 Italia Gianni Morbidelli BMW M3 E90 Italia Gianni Morbidelli BMW M3 E90 Italia CAAL Racing Italia Mauro Cesari Italia Pierluigi Martini
2010 Italia Thomas Biagi BMW M3 E92 Italia Thomas Biagi BMW M3 E92 Italia Team BMW Italia Italia Alberto Cola Italia Alberto Cola
2011 Italia Alberto Cerqui BMW M3 E92 Italia Andrea Bertolini Maserati Quattroporte Italia Team BMW Italia Italia Francesco Ascani Italia Alberto Cerqui
2012 Svezia Johan Kristoffersson Audi RS5 Svezia Johan Kristoffersson Audi RS5 Italia Team BMW Dinamic Italia Domenico Caldarola Svezia Johan Kristoffersson
2013 Italia Gianni Morbidelli Audi RS5 Italia Gianni Morbidelli Audi RS5 Italia Romeo Ferraris Italia Gianni Giudici Belgio Laurens Vanthoor

GT Sprint[modifica | modifica sorgente]

Anno Assoluta Auto Team GT2 GT3 GTCup GT4 GTS/Open GT4S
2010 Italia Maurizio Mediani
Italia Alessandro Bonetti
Ferrari F430 Italia AF Corse Italia Maurizio Mediani
Italia Alessandro Bonetti
Italia Carlo Graziani Italia Thomas Kemenater Italia Gabriele Marotta Italia Maurizio Ardigò Italia Gianni Giudici
2011 Italia Giuseppe Cirò
Venezuela Gaetano Ardagna
Ferrari F430 Italia AF Corse Italia Matteo Cressoni Italia Nicola Cadei
Italia Fabio Mancini
Colombia Steven Goldstein
Spagna Antonio de la Reina
2012 Italia Andrea Palma Ferrari 458 Italia Italia Black Team Italia Andrea Palma Italia Mario Cordoni Colombia Steven Goldstein Italia Ennio Ricci
Italia Angelo Schiatti
2013 Germania Thomas Schöffler Audi R8 Ucraina Ferrari Motor Ukraine Bielorussia Alexander Talkanitsa
Bielorussia Alexander Talkanitsa Jr.
Germania Thomas Schöffler Colombia Steven Goldstein
Spagna Antonio de la Reina
Slovacchia Miroslav Konôpka

Nei media[modifica | modifica sorgente]

Alle Superstars Series sono stati dedicati due videogiochi, entrambi realizzati dalla software house italiana Milestone, specializzata in simulatori di guida:

In televisione[modifica | modifica sorgente]

La Superstars è trasmessa in Italia dal 2005, vale a dire dalla seconda stagione di vita della serie. Dal 2005 al 2008 il campionato veniva trasmesso principalmente da Nuvolari, da Sportitalia e da Sky Sport, che offrivano una rubrica (da 26' o 52') con la sintesi oppure la replica integrale della gara appena disputata. Nel 2009, Nuvolari acquisisce i diritti per diffondere in diretta i Campionati ACI-CSAI, di cui la Superstars faceva parte, trasmettendo quindi tutte le gare della serie live, con il commento di Marco Cortesi. L'anno successivo, la Superstars passa all'emittente La7, che trasmette in diretta le gare dell'International Series, con l'alternanza al commento di Ugo Francica Nava e Luigi Vignando, mentre le gare valevoli esclusivamente per l'Italiano e gli appuntamenti della GT sono trasmesse (anch'esse in diretta) sempre da Nuvolari, sempre con Cortesi in cabina di commento. Per la stagione successiva i diritti di trasmissione passano a Rai Sport, che diffonde in diretta (spesso però in differita per problemi di palinsesto) tutte le gare della Superstars Series e della GT, con il commento di Massimo Facchini.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dal 2004 al 2006 e nel 2009 il titolo è assegnato con il Campionato Italiano, nel 2007, nel 2008 e dal 2010 con il Campionato Internazionale.
  2. ^ Nel 2009 e nel 2010 il titolo è chiamato "Senior Car": partecipavano infatti tutti i piloti alla guida di auto con omologazione superiore ai 4 anni, dal 2011 comprende tutti i piloti "Over 48", purché non si siano qualificati nei primi 10 nella gara precedente.
  3. ^ Il regolamento della classifica rookies è cambiato diverse volte: nel 2009 comprendeva tutti i piloti al debutto nella Superstars, nel 2010 è riservato solo agli "Under 24" che non hanno mai preso punti nel Campionato, nel 2011 viene ristretto solo ai piloti al debutto nella categoria, mentre dal 2012 viene allargato anche a quei piloti, sempre "Under 24", che non hanno disputato più di un weekend di gara nella Superstars Series.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

automobilismo Portale Automobilismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobilismo