Super Meat Boy

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Super Meat Boy
Super Meat Boy.jpg
Sviluppo Team Meat
Ideazione Edmund McMillen, Tommy Refenes
Data di pubblicazione 20 ottobre 2010 (XBox), 30 novembre 2010 (PC)
Genere Piattaforme
Modalità di gioco Giocatore singolo
Piattaforma Microsoft Windows, Mac OS, Linux
Distribuzione digitale Xbox Live
Fascia di età ESRB: T, PEGI: 12
Periferiche di input Tastiera, gamepad

Super Meat Boy è un videogioco a piattaforme sviluppato da Team Meat, inizialmente uscito per Xbox Live Arcade e in seguito pubblicato anche per Microsoft Windows; versioni per Mac OS e per Linux sono uscite rispettivamente nel novembre e dicembre 2011. La storia parla di Meat Boy, un cubo di carne, che deve salvare la sua fidanzata, Bandage Girl (fatta perciò di cerotti) dal malvagio Dr. Fetus (un feto in un'incubatrice robotica).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'idea di Super Meat Boy nasce nell'ottobre 2008, dopo che Edmund McMillen sviluppa Meat Boy tramite la tecnologia Adobe Flash. Grazie all'ottimo successo ottenuto (dal momento della pubblicazione è stato giocato da 8 milioni di persone[1]), viene contattato da Nintendo e Microsoft con lo scopo di realizzare un gioco per i loro servizi di distribuzione digitale WiiWare e Xbox Live Arcade.[2] Inizialmente McMillen pensa di realizzare un seguito di Gish o Aether, ma alla fine decide di realizzare il seguito di Meat Boy insieme a Tommy Refenes, con il quale stava già lavorando ad un altro gioco in Flash.[2][3] Viene così formato il "Team Meat" che include il compositore Danny Baranowsky e l'ingegnere sonoro Jordan Fehr.[4] La versione Wiiware del gioco è stata annullata a causa della limitazione della grandezza dei file scaricabile dal servizio.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Corbie Dillard, Team Meat Interview - Super Meat Boy, Nintendo Life, 1º settembre 2009. URL consultato il 16 dicembre 2010 (archiviato dall'url originale il 16 giugno 2009).
  2. ^ a b c McMillen, Edmund; Refenes, Tommy, Postmortem: Team Meat's Super Meat Boy, Gamasutra, 14 aprile 2011. URL consultato il 14 aprile 2011 (archiviato dall'url originale il 7 maggio 2011).
  3. ^ Gillen McAllister, Team Meat Vs The World: Part 1, Gamereactor, 17 novembre 2010. URL consultato l'11 aprile 2011 (archiviato dall'url originale il 7 maggio 2011).
  4. ^ Ian Adams, Interview: Super Meat Boy's Silly Take On Classic Platformers, Gamasutra, 19 ottobre 2010. URL consultato il 12 aprile 2011 (archiviato dall'url originale il 7 novembre 2010).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]