Suore missionarie della Società di Maria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Le Suore Missionarie della Società di Maria sono un istituto religioso femminile di diritto pontificio: i membri di questa congregazione pospongono al loro nome la sigla S.M.S.M.[1]

Cenni storici[modifica | modifica sorgente]

La fondatrice della congregazione è considerata Françoise Perroton (1796-1873): dopo aver letto un appello pubblicato su Annales de la Propagation de la Foi da alcune cristiane dell'isola di Wallis che chiedevano insegnanti, nel 1845 la Perroton lasciò Lione e partì per l'Oceania, dove operò da sola per dodici anni. Intanto, a opera di padre Julien Favre, superiore generale della Società di Maria, vennero reclutate altre candidate alla vita religiosa desiderose di recarsi in terra di missione: le prime missionarie raggiunsero la Perroton nel 1857.[2]

Le missionarie andarono a costituire il Terz'ordine regolare di Maria e per loro nel 1881 venne aperto un noviziato a Saint-Brieuc (poi trasferito a Sainte-Foy-lès-Lyon): nel 1926 la compagnia passò alle dipendenze della congregazione de Propaganda Fide e il 30 dicembre 1931 la società adottò il nuovo titolo e venne approvata come congregazione di diritto pontificio.[2]

Attività e diffusione[modifica | modifica sorgente]

Le suore della congregazione si dedicano essenzialmente all'apostolato missionario, soprattutto a favore delle donne.

Sono presenti in Europa (Francia, Germania, Italia), in Africa (Algeria, Burundi, Madagascar, Mauritania, Ruanda, Senegal, Tanzania), in Asia (Bangladesh, Filippine), nelle Americhe (Colombia, Giamaica, Perù, Stati Uniti) e in Oceania (Australia, Figi, Kiribati, Nuova Caledonia, Nuova Zelanda, Papua Nuova Guinea, Samoa, Isole Solomone, Tonga, Vanuatu, Wallis e Futuna);[3] la sede generalizia è sulla via Cassia a Roma.[1]

Al 31 dicembre 2008 la congregazione contava 512 religiose in 114 case.[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c Ann. Pont. 2010, p. 1682.
  2. ^ a b G. Rocca, DIP, vol. V (1978), col. 1641.
  3. ^ SMSM Around the World. URL consultato il 3 marzo 2011.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Annuario Pontificio per l'anno 2010, Libreria Editrice Vaticana, Città del Vaticano 2010. ISBN 978-88-209-8355-0.
  • Guerrino Pelliccia e Giancarlo Rocca (curr.), Dizionario degli Istituti di Perfezione (DIP), 10 voll., Edizioni paoline, Milano 1974-2003.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cattolicesimo Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cattolicesimo