Suore dell'umiltà di Maria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Suore dell'Umiltà di Maria)
La Vergine dell'umiltà: dipinto del Beato Angelico

Le Suore dell'Umiltà di Maria (in inglese Sisters of the Humility of Mary) sono un istituto religioso femminile di diritto pontificio: i membri di questa congregazione pospongono al loro nome la sigla H.M.[1]

Cenni storici[modifica | modifica sorgente]

La congregazione venne fondata nel 1854 a Dommartin-sous-Amance dal sacerdote Jean-Joseph Begel, assieme a Marie-Antoinette Potier, per l'istruzione dei bambini poveri nella scuola parrocchiale: Begel diede poi una regola alle insegnanti, basata su quella di sant'Agostino, approvata dal vescovo di Nancy, Alexis-Basile-Alexandre Menjaud, il 29 agosto 1858.[2]

L'8 settembre 1858 le prime suore emisero la loro professione dei voti, dando inizio all'istituto. A causa dell'opposizione di Begel alla politica di Napoleone III, alle suore venne impedito di aprire scuole: per questo nel 1864 la comunità, che all'epoca contava undici suore, accolse l'invito del vescovo Louis Amadeus Rappe di Cleveland e trasferì negli Stati Uniti d'America.[2]

La sede della congregazione venne stabilita nei pressi di New Bedford, in Pennsylvania, in un luogo ribattezzato Villa Maria. Nel 1943 le religiose aggiunsero alle loro finalità l'attività ospedaliera.[3]

Attività e diffusione[modifica | modifica sorgente]

Le suore dell'Umiltà di Maria si dedicano all'educazione, all'assistenza ai malati, all'assistenza agli immigrati; operano anche in centri per ragazze madri e case per ritiri spiritali.[3]

Sono presenti negli Stati Uniti d'America e ad Haiti;[4] la sede generalizia è a Villa Maria, in Pennsylvania.[1]

Al 31 dicembre 2008 la congregazione contava 181 religiose in 106 case.[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c Ann. Pont. 2010, p. 1685.
  2. ^ a b G. Rocca, DIP, vol. IX (1997), col. 1510.
  3. ^ a b G. Rocca, DIP, vol. IX (1997), col. 1511.
  4. ^ Sisters of the Humility of Mary – Who we are. URL consultato il 21-10-2010.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cattolicesimo Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cattolicesimo